Primavera 2019: ci si disseta con la nuova birra unicorno

In CUCINA by Alessia CavallaroLeave a Comment

Finalmente la rubrica legata agli a questi esseri fantastici ha trovato un nuovo spunto per proseguire: arriva la birra unicorno!

Se gli ultimi pezzi riguardanti questo animale fantastico, come la pizza unicorno o il vino prodotto con lacrime di unicorno non vi fossero bastati, siete approdati all’articolo giusto!

Difatti si sa, mai nulla è andato così tanto di moda come questi cavalli dal corno magico e dai colori pastello. Ecco quindi chi, per cavalcare l’onda del successo, è disposto ad inventarsi qualsiasi cosa possa contenere un pizzico di magia, ancora meglio se instagrammabile!

Arriva da Baltimora l’ultima moda che è designata ad essere il trend mood di tutta l’estate 2019: la birra unicorno.

Si chiama “Sour Me Unicorn Farts”, questa delizia contenente birra e glitter. Il nome, letteralmente tradotto in italinano sarebbe “aspro me e puzzette di unicorno” e se vi state chiedendo che cavolo avranno voluto dire gli inventori di questa bevanda, state tranquilli, non siete gli unici! Possibilmente il nome è venuto fuori dopo i test di degustazione, proprio per ricalcare i poteri magici (?) di questa birra. Ci aiuterá a dimenticare pure la grammatica? È possibile, basta bere responsabilmente.

Quantomeno la ricettazione pare essere molto più invitante. È stata realizzata, infatti, dal birrificio DuClaw e la fabbrica Diablo Doughnuts che si occupa della produzione di ciambelle ed è conosciuta per i suoi dolci dai sapori originali e stravaganti. Il birrificio la descrive così: “una birra luccicante fatta con cereali fruttati al cioccolato e un sentore di biscotto“.

L’unica pecca di tutta questa storia è che è stata prodotta solo in edizione limitata, proprio per sottolineare l’unicità dell’animale fantastico da cui prende spunto.

Questa birra ha visto la sua nascita nei giorni di metà marzo e verrà prodotta per circa un mese. Sul suolo americano, per forza di cose, è già trovabile; per l’Europa e l’Italia, invece, non ci è ancora dato sapere se arriverà o meno con evidente ritardo.

Ha una gradazione alcolica è pari al 5,5% e, ovviamente, dei glitter commestibili, che rendono il tutto ancora più speciale!

La ricetta della Sour Ale (la tipologia di birra in questione) è questa: tramite un mix di cereali fruttati, che vengono aromatizzati al cioccolato, si avvia il processo di fermentazione. Nei passaggi successivi vengono aggiunti rispettivamente il “sapore” di biscotto e i glitter commestibili. Visivamente la birra si presenta scura, come una vera Ale richiede. L’unica cosa che la rende speciale e magica, sono proprio il gusto tanto particolare e i glitter: shakerare per credere!

Che possa mettere finalmente pace tra chi disdegna con tutto il cuore il mondo magico degli unicorni e chi, invece, preferisce una bella pinta di birra ghiacciata per mostrare la propria mascolinità o la preferenza delle cose concrete? Solo il tempo saprà dircelo!