S.O.S. Make up: i 5 errori che non sai di commettere quando ti trucchi

Lucrezia Vardanega

In #Lifestyle / Lucrezia Vardanega / Comments

Spesso in buona fede ci trucchiamo commettendo degli errori madornali ecco perché dobbiamo ripetere insieme questo mantra: non commetterò mai più questi 5 errori make up!

Sbagliare finish del fondotinta

In commercio esistono varie formulazioni di fondotinta a seconda del tipo di pelle e del risultato che si vuole ottenere: fluidi, compatti, in povere libera, in stick. Ogni formulazione ha un finish diverso ecco perché dobbiamo scegliere quella più adatta a noi:

  1. Dewy: per un effetto luminoso. Perfetto per una pelle tendente al secco, perché è più idratante delle altre tipologie.
  2. Matte: per un effetto opacizzante. Coprente e adatto soprattutto alla pelle tendente al grasso, perché tiene sotto controllo l’eccesso di sebo.  Attenzione all’utilizzo su pelle secca e con qualche ruga: questa tipologia di finish tende ad evidenziare i segni dell’età!
  3. Satin: per un effetto equilibrante. Perfetto su qualsiasi tipo di pelle essendo perché molto  bilanciato.

E’ facile incappare in questo errore di make up in quanto i fondotinta tendono a rivelarsi per quello che sono solo dopo qualche ora di applicazione; un fondotinta matte potrebbe occludere i pori dilatati causando irritazione, uno illuminante potrebbe farvi sembrare ”unte” sopratutto quando le temperature si alzano.

Shailene Woodley sceglie sempre un fondotinta troppo illuminante.

La nostra pelle cambia a seconda del periodo ormonale, della temperatura esterna, dello stress. Prova qualche campioncino prima di acquistare il prodotto e compra due finish diversi da utilizzare ”ascoltando” le esigenze della tua pelle di giorno in giorno.

Sbagliare il colore del fondotinta

Scegliere il colore del fondotinta è un rito, quasi quanto trovare il jeans perfetto. Bisogna cercare la giusta pigmentazione di colore che si fonda con la tua stessa pelle, senza stacchi di colore. Scegli la colorazione in base al tuo fototipo: un fototipo mediterraneo con pelle olivastra avrà bisogno di una colorazione più calda, tendente al miele, mentre un fototipo nordico con la pelle chiara avrà bisogno di una colorazione nei toni del rosa tenue. Uno degli errori più comuni è provare il fondotinta sul dorso della mano o sul polso. Il fondotinta va sempre provato sulla base mascella, nella zona tra orecchio e collo, dove la la pigmentazione è più neutra.

Jennifer Lopez ha scelto un colore di fondotinta in questo caso troppo chiaro rispetto alla sua pelle.

Rossetti che seccano le labbra

Le tinta labbra effetto matte si riconfermano un must have anche questa primavera; tuttavia non sempre il risultato ottenuto è quello promesso. Le tinte matte si fissano assorbendo la naturale umidità delle labbra per dare quel risultato opaco che dura a lungo. Se non sono ben idratate le tue labbra con queste tinte sembreranno raggrinzite, più sottili del normale e, se non siete più tanto giovani, saranno messe in evidenze le antiestetiche rughette del contorno labbra. Non tutti i rossetti matte portano con se questi effetti collaterali: scegli in base alle tue esigenze e fai attenzione ai rossetti che formano grumi e accumuli di pellicine.

Anche Scarlett Jhoanson sbaglia con il rossetto matte che secca le labbra.

Rossetto nude effetto cadavere

Il rossetto nude perfetto è quello che esalta il naturale colore delle labbra rendendone la forma più delineata. Tuttavia la tinta nude racchiude un vero microcosmo di sfumature. Lo scivolone accade ad esempio quando si sceglie un colore troppo scarico per il nostro tipo di pelle. La sfida è trovare una tonalità che si abbini tono su tono al colore delle nostre labbra. Per chi ha la pelle molto chiara  il segreto è evitare tutti quei prodotti che hanno una base bianca.

Victoria Beckham è in una vera e propria continua lotta con i rossetti nude.

Meglio optare per dei colori leggermente rosati e cremosi. Per chi ha la pelle medio-chiara nella scelta conta anche molto il colore dei capelli: per le bionde meglio indossare rossetti nude che tendono al taupe, abbinati ad un blush tono su tono. Per le more via libera ai beige cremosi, abbastanza neutri e nella maggior parte dei casi luminosi. Per le pelli medio scure il nude è la scelta ideale per un risultato sexy e naturale. La chicca? Scegli una colorazione con una punta di rame e dal finish lucido!

Ombretti tinta pastello effetto cartoon

C’è chi le ama e chi li detesta… e chi  vorrebbe utilizzarli ma non sa come fare. Se fate parte di quest’ultima categoria, prima di utilizzare queste nuanche, contate fino a dieci e leggete questi consigli!

A vostra discolpa c’è da dire che creare un look con colori come lilla, giallo, celeste o rosa non è facile ne da creare ne da portare. Il motivo è uno solo: in queste tonalità così chiare c’è una forte componente di bianco, motivo per cui invece di illuminare, rendono il viso più spento. L’errore/orrore sta inoltre nell’applicare gli ombretti in maniera troppo piena su tutta la palpebra, ottenendo un effetto cartone animato.

L’effetto “cartone animato” di Drew Berrimore è proprio quello che vogliamo evitare.

Optate quindi per abbinarli ad altri colori dai finish perlati o opachi, facendo però attenzione a questi ultimi, perché sono solitamente più difficili da sfumare. Per un effetto più definito è consigliabile creare una cornice all’occhio con un eye liner o una matita nera e molto mascara, così da dare contrasto ed esaltare l’occhio.

Ora che vi abbiamo svelato i 5 errori più comuni che una donna commette non avete più scuse. Quindi contattate sorelle, amiche e colleghe e diffondete il verbo.