[f1.com]

GP Portogallo: ad Hamilton il terzo round del duello mondiale con Verstappen

Lewis Hamilton ha conquistato il successo numero 97 della sua carriera nel GP del Portogallo, terza prova del mondiale di Formula 1 2021. L’alfiere della Mercedes ha condotto in maniera impeccabile la gara sul tracciato di Portimão, mettendo a segno due stoccate vincenti nei confronti del rivale Max Verstappen e del poleman Valtteri Bottas, giunti alle sue spalle rispettivamente in seconda e terza posizione.

Le emozioni non si sono fatte attendere e già al pronti via Hamilton ha ingaggiato un grande duello con l’olandese della Red Bull. Al restart dopo la Safety Car, intervenuta al termine del primo giro per permettere la rimozione dei detriti sparsi sul rettilineo principale dalla vettura di Kimi Raikkonen, Verstappen ha brillantemente sfruttato la scia della Mercedes ed è riuscito nel sorpasso all’esterno in curva 1. Tuttavia poche tornate più tardi, il campione del mondo in carica si è ripreso con forza la seconda posizione con una manovra compiuta nello stesso punto del tracciato.

Rimasto a tallonare Bottas, Hamilton ha messo a segno il colpo decisivo sul proprio compagno di squadra nel corso del ventesimo giro, sfruttando anche l’ausilio del DRS. Da quel momento per i primi tre si è trattato di compiere una gara d’attesa, dettata principalmente dalla corretta gestione delle gomme. Con l’inglese in grado di allungare e costruirsi un discreto gap di sicurezza, l’attenzione si è spostata sulla lotta per la seconda posizione. Con il più classico degli undercut, Verstappen ha sopravanzato il driver finlandese il quale, rientrato in pista con gomme fredde, poco ha potuto per difendersi dall’assalto della Red Bull numero 33.

A completare lo strapotere dei due top team è giunto Checo Perez, quarto alla bandiera a scacchi. Il messicano, sempre attento e preciso nella cura degli pneumatici, è stato autore di un lunghissimo stint con le gomme medie ed eletto “Driver of the Day”. Quinta posizione per Lando Norris, confermatosi ancora una volta ad altissimi livelli in questo avvio di stagione; con questo risultato l’inglese della McLaren ha conservato il terzo posto nella classifica generale.

La Ferrari ha disputato una gara difensiva senza raccogliere quanto sperato. Charles Leclerc ha chiuso sesto raccogliendo punti preziosi per la Scuderia di Maranello mentre Carlos Sainz, partito dalla terza fila, è stato condizionato da un pit-stop troppo anticipato ed è finito col perdere diverse posizioni sul finale di gara. Lo spagnolo ha chiuso soltanto undicesimo il suo GP del Portogallo.

Notevole la prestazione delle due Alpine: Esteban Ocon, settimo, ha terminato ancora una volta davanti al suo più blasonato team mate Fernando Alonso, ottavo. Daniel Ricciardo ha rimontato fino al nono posto dopo un sabato da dimenticare, in cui si è visto tagliato fuori nel Q1. Pierre Gasly con l’Alpha Tauri ha chiuso il quadro della top ten.

In grande difficoltà le Aston Martin con Sebastian Vettel e Lance Stroll incapaci di andare oltre il tredicesimo e quattordicesimo posto. Deludente anche la gara di George Russell il quale, dopo una splendida qualifica in cui ha sfiorato l’accesso al Q3, ha finito in sedicesima posizione. Da segnalare la buona prova di Mick Schumacher: il tedesco, a bordo di una Haas tecnicamente molto inferiore rispetto alle altre vetture del lotto, è uscito vittorioso con grande determinazione dal duello con la Williams di Nicholas Latifi.

Dopo la gara in Bahrein e quella di Imola, il GP del Portogallo ha regalato una nuova sfida al vertice tra Hamilton e Verstappen, principali protagonisti del mondiale di F1. L’inglese ha adesso otto punti di vantaggio in classifica.

L’appuntamento con la quarta prova del mondiale 2021 è fissato per il prossimo weekend con il GP di Spagna.



Giuseppe Forte