Sputa nel cibo delle coinquiline e lo avvelena di nascosto, ripresa da video

Il video, registrato agli inizi di febbraio del 2015, riprende una ragazza in una casa che apre un frigorifero e che sembra sputare su diversi contenitori di cibo. La ragazza condivideva l’appartamento con altre due compagne studentesse.
La ragazza è stata poi denunciata dalle coinquiline secondo le quali, oltre che sputare nelle porzioni conservate nel frigo, avrebbe immesso detersivi per lavare i vetri sul cibo versandolo direttamente nei contenitori. Se condannata, la ragazza rischia fino a 20 anni di carcere.

Diversi litigi erano occorsi tra la ragazza e le altre due coinquiline nelle settimane precedenti al video ma la ventiduenne si era rifiutata di lasciare l’appartamento. Le due coinquiline, preoccupate per quello che la ragazza avrebbe potuto fare mentre loro erano via, avevano apposto telecamere nascoste all’interno dell’appartamento.
Una delle due coinquiline ha riferito che la ragazza aveva sputato nel cibo ed ha portato come prova alla polizia il filmato registrato di nascosto.

La ragazza accusata è stata rilasciata su cauzione ma dovrà comunque ritornare in tribunale. La manomissione del cibo con intenti dannosi è un reato che può essere punibile con una pena massima di 20 anni in caso di condanna.



redazione