Da www.sport.sky.it

Prove di fuga per la Juve nella seconda settimana di Serie A post Covid

Con la Juventus in fuga e le inseguitrici che rallentano, questa seconda settimana di vita della nuova Serie A ci ha regalato una sorta di primo verdetto. Mancano sempre meno partite alla fine della stagione e i bianconeri, in virtù della doppia vittoria contro Genoa e Torino, si trovano ampiamente da soli in vetta. Una posizione tenuta ben salda anche grazie ai passi falsi della Lazio e dell’Inter, che hanno perso punti importanti contro Milan e Bologna.

La stagione dei biancocelesti è ottima, ma il grande problema della Lazio è la mancanza di alternative di livello. Con Immobile e Caicedo squalificati contro il Milan, Inzaghi si è dovuto reinventare la formazione andando a stravolgere la componente offensiva della squadra. Il Milan ne ha approfittato e, dopo il mezzo passo falso con la Spal (2-2), ottiene un’importantissima vittoria per 0-3 contro i capitolini. Tra l’altro, nessuna squadra in questa stagione prima dei rossoneri aveva espugnato l’Olimpico laziale. Ora al Milan serve continuità, a partire dalla prossima gara con la Juventus. La prestazione è stata ottima, deve continuare così.

Per l’Inter invece le cose vanno peggio. Dopo la bella (e facile) vittoria contro il Brescia con il tennistico punteggio di 6-0, la squadra di Conte si fa rimontare in pochi minuti da un bel Bologna. Nerazzurri che partono meglio con il gol di Lukaku e l’espulsione di Soriano. Il rigore sbagliato da Lautaro e l’espulsione di Bastoni, tuttavia, condizionano la gara. 2-1 per il Bologna e sogno scudetto sfumato definitivamente per l’Inter, a -11 dalla capolista.

Tra le big continua a correre l’Atalanta, che ha approfittato delle sconfitte di Lazio e Inter e si avvicina pericolosamente al terzo posto. Due vittorie in questa settimana, una per 2-0 contro il Napoli e una per 1-0 contro il Cagliari. La squadra di Gasperini tocca così quota dieci risultati utili consecutivi, di cui otto vittorie di seguito. Un ottimo bottino per la Dea che vola così a -1 dall’Inter.

Momento nerissimo per la Roma che incappa nella terza sconfitta consecutiva. Dopo gli stop contro Milan e Udinese, ecco altri tre punti persi contro il Napoli, che rialza la testa dopo la sconfitta contro l’Atalanta. Giallorossi che, comunque, sono apparsi più in partita rispetto alla bruttissima prova offerta contro l’Udinese.

In coda importantissima vittoria del Brescia, che riesce a vincere contro l’Hellas Verona per 1-0 dopo la pesantissima debacle contro l’Inter. Forse sperare in una salvezza ormai non si può, però mai dire mai. Brescia che supera così la Spal, che dopo il pareggio miracoloso contro il Milan ne prende 3 da una (forse) rinata Sampdoria, che vuole scacciare i fantasmi della retrocessione. Periodo di forma migliore per la squadra di Ranieri rispetto ai cugini del Genoa; grifone che perde contro la Juventus per 1-3 ma pareggia in extremis contro l’Udinese per 2-2. Un punto che serve poco sia ai liguri che ai friulani ma che permette loro di tenere il distacco sul Lecce terzultimo in classifica.

Da www.mondoudinese.it

Mancano ancora 9 partite alla fine del campionato, ma oramai i verdetti si stanno lentamente scrivendo. Restano apertissime le lotte per l’accesso in Europa, in particolar modo quella per l’Europa League. Restiamo connessi per questo finale di campionato di fuoco. Letteralmente!



Marco Nuzzo