Paese per paese, ecco come è il rientro a scuola

L’istruzione ora deve essere rimodellata in tutto il mondo in risposta al coronavirus e alla sua facile di diffusione.
La maggior parte delle scuole negli Stati Uniti rimarranno chiuse per il resto dell’anno accademico e i piani per l’autunno sono in evoluzione, con l’American Academy of Pediatrics e i Centers for Disease Control and Prevention che formulano ipotesi e raccomandazioni che includono orari ridotti e distanziamento sociale.
Invece in altri paesi, alcune scuole stanno già riaprendo le aule ai loro studenti. Ecco come sono quelle scuole che hanno già riportato i loro alunni tra i banchi, scuole che potrebbero fornire indizi su come anche da noi si potrà riprendere.

Ritorni sfalsati
In Corea del Sud, gli studenti non torneranno tutti in una volta. Gli studenti delle scuole superiori che frequentano il terzo anno ricominceranno la prossima settimana in modo da poter prendere decisioni per il loro futuro e sul college, questa è la decisione presa dal ministro dell’Istruzione Yoo Eun-hae.
Le scuole medie, le scuole elementari e le scuole materne invece riapriranno entro il 1 ° giugno, ha affermato Yoo.

Nuovi orari
La maggior parte dei 22 milioni di studenti del Vietnam sono tornati in classe lunedì, dopo esser state chiuse per mesi. Ma non tutte le lezioni verranno svolte in aula, infatti continueranno anche le lezioni online.
In Austria, invece, gli studenti si divideranno in due gruppi per frequentare la scuola a giorni alterni. Il ministro dell’Istruzione Heinz Fassmann ha deciso così per rendere più semplice il distanziamento sociale necessario.

Classi con un numero ridotto di studenti
L’Israele sta iniziando a riportare i bambini a scuola con un ritorno graduale nelle prossime settimane e ha fissato un limite massimo di 17 studenti in ogni classe.
Il Ministero della Pubblica Istruzione ha dichiarato che la frequenza era circa del 60% nelle scuole aperte all’inizio di questa settimana, probabilmente un segno che i genitori sono preoccupati per il ritorno dei loro figli a scuola.

Banchi distanziati
La Danimarca, che è stata una delle prime nazioni in Europa a chiudere negozi, ristoranti e scuole, ha dato il bentornato ai bambini e ha posizionato tutti i banchi ad almeno 2 metri di distanza l’uno dall’altro.

Si pranza in aula
Le scuole in Danimarca stanno anche facendo pranzare i bambini nelle proprie classi per evitare che gli studenti si radunino in gruppi più grandi.

Nessun anziano nel personale scolastico
In Australia, il governo ha chiesto ai membri più anziani o più vulnerabili della comunità scolastica di lavorare da casa, se possibile.

Tenere le distanze nei corridoi
La Germania richiede un allontanamento sociale per gli studenti dentro e fuori le aule, con alcune scuole che registrano gli indicatori di distanza e di direzione sui piani per tenere le persone in sicurezza.

Cappelli davvero larghi
Una scuola elementare di Hangzhou, in Cina, ha aiutato i bambini a tenersi a distanza fabbricando cappelli da indossare in classe che permettono di mantenere le distanze sociali al meglio.

Mascherine e disinfettante
Un disinfettante per le mani e una mascherina sono posizionate sul banco di ogni studente in una scuola elementare a Pardes Hanna-Karkur, nel centro di Israele.



Rebecca Broomfield