Led Zeppelin nei guai: Stairway to Heaven potrebbe costargli 40 milioni di dollari

In MUSICA, SPETTACOLO by Claudio BattiatoLeave a Comment

Guai in vista per una delle band più amate della storia della musica rock. I Led Zeppelin presenziati dal cantante Robert Plant e  dal chitarrista e compositore della band Jimmy Page il prossimo 14 giugno saranno interrogati in California per accusa di plagio.

Entrambi sono stati accusati per plagio dal batterista degli Spirit  Mark Andes. Infatti il famoso pezzo Stairway to Heaven sarebbe nient’altro che una scopiazzatura della canzone Taurus del gruppo degli Spirit.

Randy California (morto nel 1997) aveva già accusato i Led Zeppelin di plagio più di vent’anni fa, ma da allora la notizia e le voci sembravano passate in secondo piano. Nelle scorse settimane, però, il giudice incaricato del caso ha deciso che verrà emessa una sentenza con tanto di processo e giuria.

Bella botta per la band britannica che ha spopolato negli anni ’70 e che tutt’oggi resta uno dei pilastri per i rockers di tutto il mondo. L’avvocato di Page e Plant parla di false ipotesi, ha infatti dichiarato: “i miei assistiti saranno presenti al processo e risponderanno per le rime alle accuse, non posso dirvi in che modo, ma, Robert e Jimmy dimostreranno certamente la loro estraneità ai fatti”.

Nelle ultime ore sono uscite alcune anticipazioni su quanto potrebbe costare ai Led Zeppelin questo “scherzetto”. Oltre che a perdere la faccia e la credibilità verso milioni di fans, infatti, in caso di riconoscimento di plagio la band dovrà sborsare 40 milioni di dollari nelle casse degli Spirit e di Mark Andes, che dal 2014 porta avanti la sua battaglia personale contro il gruppo britannico.

Una rivincita che per lui e per il mondo intero della musica sarebbe al tempo stesso storica e drammatica.