La notte bianca nei musei si fa digitale: stasera dalle 21 alle 24 tutti connessi

I musei chiudono le porte e aprono i social network: così nasce la Notte Bianca Digitale

In seguito alla campagna #iorestoacasa e le nuove misure governative sempre più restrittive, molti musei e luoghi di cultura hanno iniziato a condividere sui loro canali social contenuti di intrattenimento culturale. Eike Schmidt, direttore del museo degli uffizi di Firenze, ha dichiarato guerra al virus evitando ogni forma di contagio ''tranne quello della bellezza''; il direttore della Pinacoteca di Brera, James M. Bradburne, con i suoi collaboratori ha dato vita a piccoli video di arte in pillole, combattendo il virus dell'isolamento con una ''resistenza culturale''. E così, sull'onda emotiva del lato più digital dei musei, è nata l'iniziativa della Notte Bianca Digitale.

Notte Bianca Digitale

La Notte Bianca Digitale

La Notte Bianca Digitale – L’Italia Chiamò, è uno dei tanti modi per tagliare le distanze che ci vedono costretti a stare a casa, stando vicini pur lontani in nome della cultura e l'arte. Organizzato da Invasioni Digitali, una squadra di professionisti dei beni culturali, del digital marketing e della formazione, la Notte Bianca Digitale è la prima pandemia digitale italiana che infetta i social network a colpi di cultura.

Vale tutto per farci compagnia, per trovare nuove forme di socialità con i tanti strumenti digitali che abbiamo a disposizione: musica, quadri, spettacoli di teatro, film, letture, fotografie e tutto quello di cui avete voglia di parlare e raccontare. Valgono tutti i social, twitter, Instagram, Facebook, TikTok e tutto quello che vi viene in mente! Trasformiamo una bella serata in compagnia in un nuovo modo di sperimentare una socializzazione digitale, e magari farla diventare l’inizio di incredibili progetti futuri.

Basterà seguire gli hashtag #NOTTEBIANCATW e #LITALIACHIAMO su tutti i canali, comodamente a bordo del proprio divano di casa.

Notte Bianca Digitale

L'Italia Chiamo': la maratona solidale in streaming - per tutto il giorno di venerdì 13 marzo

Per chi fosse un vero atleta in campo di arte e cultura, può cominciare la maratona culturale già da oggi. Il MIBACT ha organizzato sul loro canale Youtube una vera maratona streaming di 18 ore dal nobile intento: una raccolta fondi per il Dipartimento Nazionale Protezione Civile. I protagonisti del mondo della cultura, della scienza, dell’economia, dell’innovazione  e dell'intrattenimento si sono uniti ai musei italiani in un grande live streaming per raccontare al mondo come reagisce l’Italia davanti all’emergenza Coronavirus. 



Lucrezia Vardanega