Instagram Stories e il dramma della notifica in caso di screenshot

Catiuscia Polzella

In WEB / Catiuscia Polzella / Comments

Solo qualche settimana fa, Instagram, l’applicazione dedicata alla condivisone di immagini e fotografie, ci aveva sorpreso con la possibilità di scoprire l’ultimo accesso dei nostri contatti. Adesso, invece, l’ultimo aggiornamento  ha introdotto una funzione che consente a chi pubblica una “Storia” di ricevere una notifica in caso di screenshot. Ma come?

In sostanza, quando qualcuno proverà a fare una foto alla schermata di una storia, l’autore della stessa ne sarà informato attraverso una notifica. Non sarà però una tragedia per chi proprio non può fare a meno di scattare istantanee dello schermo; Instagram non invierà una notifica al primo screenshot. Piuttosto, vi avviserà che dal secondo in poi, l’utente che ha pubblicato la storia sarà avvisato. L’avviso della notifica, dunque, dichiarerà che “la prossima volta che acquisirai uno screenshot, la persona che ha pubblicato la storia potrà vederlo”.

La consociata di Facebook ha introdotto questa novità per rivoluzionare la sua politica sulla privacy, ma gli utenti non hanno apprezzato l’ultima modifica. Per raggirare l’aggiornamento gli utenti infatti hanno già reso pubblici dei veri e propri trucchi per evitare che instantanea dello schermo venga scoperta dalla persona che si sta “spiando”. Scopriamolo insieme.

https://tech.fanpage.it/come-fare-gli-screnshot-alle-storie-su-instagram-senza-farti-scoprire/

La più semplice soluzione è quella di attivare la funzione del telefono “modalità aereo”, così facendo l’assunzione di una foto alla schermata alla storia che si sta guardando non attiverà gli avvisi e le notifiche all’utente. Un altro piccolo trucco è quello di scaricare le storie dal sito web di Instagram o utilizzare l’applicazione Story Reposter, che permette di scaricare e salvare le storie sul cellulare e quindi di restare anonimi. Tuttavia, il metodo più efficace suggerito dagli utenti più esperti è quello di disconnettersi dalla rete 4G o wifi a cui si è collegati e “screenshottare” la storia, visibile anche offline. Solo in questo momento, infatti, sarà possibile fare l’instantanea dello schermo senza essere traditi della notifica.

Insomma, è proprio il caso di dirlo: fatto l’aggiornamento, trovato l’inganno!