[playstation.com]

Il lancio della PlayStation 5 tra caos e promesse alla vigilia del Black Friday

Il lancio della nuova PlayStation 5, avvenuto lo scorso 19 novembre, rappresenta senza dubbio uno degli eventi di maggior rilievo di questo 2020 per quanto riguarda il mondo della tecnologia. La preparazione che Sony ha riservato per il rilascio della sua console di next generation non ha lasciato nulla al caso: dal PlayStation 5 Showcase di metà settembre al recentissimo e spettacolare Global Launch Celebration il colosso giapponese ha davvero dimostrato di ricorrere ai fuochi d’artificio e di non badare a spese, nonostante non sia stato possibile organizzare eventi in presenza.

A distanza di una settimana dal lancio della nuova console sono stati diversi i disagi ad essere stati riscontrati da chi sperava di assicurarsene una. In uno scenario in cui per la prima volta non sarebbe stato possibile acquistare la nuova PlayStation in maniera fisica ma soltanto dai grandi rivenditori online, già dal day one si è potuto assistere ad un susseguirsi di crash, sold out, disservizi e consegne posticipate di mesi. È stata una vera e propria sfida all’ultimo clic, al termine della quale solo i pochi fortunati che sono riusciti a garantirsi un’unità al preordine hanno potuto riceverla comodamente a casa nel giro di qualche giorno.

Amazon, Unieuro, Mediaworld ed Euronics sono solo alcuni dei portali e-commerce in cui le scorte sono state polverizzate in tempi record. Il risultato di questi avvenimenti ha inevitabilmente avuto degli effetti immediati sul mercato, traducibili in speculazioni sulle vendite post lancio. Un chiaro esempio è dimostrato da ciò che è avvenuto su eBay, in cui sono apparse numerose inserzioni con le due versioni della console al miglior offerente. In quella che si è trasformata in una continua lotta al rialzo, i prezzi di ciascuna unità sfiorano o addirittura superano i 1000 euro.

Almeno per adesso pare quindi che il vero valore della PlayStation 5 risieda più nella sua esclusività, dal momento che non tutti la possono ancora possedere. Nella settimana del Black Friday dove i mercati sono in grande fermento, specie nel settore della tecnologia, Sony ha comunque voluto rassicurare gli appassionati parlando di miglior lancio della storia per una console e preannunciando che rifornirà le scorte di PlayStation 5 prima della fine dell’anno per accontentare i clienti che non sono riusciti a comprarla per la sua mancanza di scorte. Uno dei motivi che potrebbe aver bloccato le vendite è legato a una spropositata richiesta di chip che ha messo in ginocchio persino la più grande fabbrica indipendente di semiconduttori al mondo, TSMC, che ha raggiunto il massimo della sua capacità produttiva e non può più accettare ordini.

La buona notizia, come confermato dalla stessa Sony, è che con un po’ di pazienza dovrebbe esserci la possibilità di trovare qualche PlayStation 5 sotto l’albero di Natale.



Giuseppe Forte