Cioccolata calda, i consigli per prepararla al meglio

Particolarmente apprezzata durante i mesi più freddi dell’anno, la cioccolata calda rappresenta un’ottima opzione per chi ama un tocco di dolce a metà pomeriggio o dopo cena. A differenza di quanto si possa pensare, può essere preparata facilmente anche a casa; è sufficiente seguire con cura i passaggi necessari, dosando bene gli ingredienti e gestendo con attenzione i tempi di preparazione. In questo articolo vedremo come preparare in casa un’ottima cioccolata calda, in diverse varianti.

Gli ingredienti: fondente o cacao amaro

L’elemento di base per qualsiasi “hot chocolate” è, ovviamente, il cioccolato. In realtà, è possibile utilizzare anche la polvere di cacao, in base alle preferenze personali; questa opzione, però, richiede ingredienti e procedimento diversi, come vedremo di seguito.

La preparazione a base di cioccolato richiede soltanto due ingredienti: latte e zucchero semolato. È possibile scegliere tra diverse tipologie di cioccolata, optando per la concentrazione che più soddisfa il proprio gusto personale. Per quanto riguarda le quantità, le dosi (indicative) sono: 120 g di cioccolato, 500 ml di latte e 60 g di zucchero (è consigliabile impiegarne la metà se si opta per il cioccolato al latte, altrimenti c’è il rischio che il preparato risulti troppo dolce).

Nel caso in cui si voglia preparare una hot chocolate usando il cacao amaro, servono – oltre al latte ed allo zucchero – anche la fecola di patate, che funge da addensante.

La preparazione con il cioccolato

Il primo passaggio per la preparazione della cioccolata calda è sciogliere il fondente; lo si può fare in microonde (tre minuti a circa 660 watt) oppure a bagnomaria. A parte, bisogna riscaldare il latte e aggiungere il zucchero, per creare il composto al quale unire il cioccolato fuso; per completare la ricetta, cuocere il tutto a fuoco lento, mescolando con forza per alcuni minuti, fin quando la hot chocolate non assume una consistenza morbida e vellutata. Se il cioccolato viene fuso direttamente nel latte, avendo cura di tenere la fiamma bassa, lo zucchero va aggiunto successivamente.

La ricetta con il cacao amaro

Il procedimento per fare la cioccolata calda con il cacao amaro è anch’esso molto semplice. Per prima cosa, bisogna mescolare i tre ingredienti solidi in un pentolino; successivamente, va aggiunto il latte; inizialmente, ne va versata una quantità ridotta, sufficiente ad amalgamare il cacao, lo zucchero e la fecola, facendoli cuocere a fuoco lento. Quando il composto comincia ad addensarsi, aggiungere la parte restante di latte, continuando a mescolare fin quando non si ottiene la consistenza desiderata.

Le guarnizioni

Una qualsiasi cioccolata calda può essere accompagnata con biscottini secchi di vario tipo (in genere mai troppo elaborati, come ad esempio amaretti o frollini al burro) oppure guarnita con un ciuffo di panna montata che, a sua volta può essere arricchito da una spruzzata di cannella o di cacao in polvere. Le guarnizioni più elaborate possono includere anche delle piccole meringhe o un crumble croccante.

Le alternative “rapide”

Esistono anche modi più rapidi per preparare una buona cioccolata calda; in particolare, si può far ricorso a prodotti solubili, facilmente reperibili in commercio sia presso i rivenditori di alimentari sia tramite gli e-commerce specializzati come www.torocaffe.com (con la possibilità di scegliere anche solubili senza glutine, adatti ai soggetti con intolleranze). La preparazione della cioccolata calda solubile è molto semplice: si può utilizzare una cioccolatiera, unendo la miscela solubile al latte – per le dosi si può fare riferimento alle indicazioni riportate sulla confezione – oppure preparandolo manualmente in tazza. In tal caso, il preparato va aggiunto al latte; il composto deve essere poi scaldato a fiamma non troppo vivace, mescolando ripetutamente fin quando la cioccolata calda non si addensa a sufficienza.



redazione