Brad Bigelow, l’uomo che salva dall’oblio i libri fuori catalogo

Ogni anno i libri pubblicati raggiungono numeri davvero esorbitanti. Solo negli Stati Uniti parliamo di circa trecento mila. Ma vi siete mai chiesti quanti vengono ristampati e letti ancora, e quanti invece vengono completamente dimenticati? 

Che sia un libro, un racconto o poesie, che sia stato scritto da persone famose o scrittori emergenti, è un rischio che non può proprio essere sottovalutato, ma che viene preso poco in considerazione. Soprattutto in Italia.

La storia cambia in America grazie a Brad Bigelow che da decenni si occupa di testi fuori catalogo e fuori produzione.
L’uomo, che da sempre è appassionato di lettura ed informatica, raccoglie e inserisce sul suo blog dal titolo “Neglected Books” stralci di libri, fuori commercio da oramai troppo tempo. 

Tutto é cominciato nel 2006 quando leggendo un saggio di Jane Smiley, Bigelow è stato capace di riconoscere circa novantanove delle citazioni riportate e aveva ricondotto tra queste ad un romanzo ormai introvabile, intitolato “The Moonflower Vine”. In questo modo, grazie anche ad una casa editrice di Chicago, ha dato vita nuovamente a quel romanzo la cui autrice si è scoperta essere Jetta Carleton. 

Ma l’interesse di Brad nasce molto tempo prima, risale ai tempi in cui frequentava l’università. Lí mentre era in biblioteca tra i vecchi volumi scoprí la storia di un soldato durante la prima guerra mondiale; una storia che apprezzò talmente tanto che quando seppe che ne esistevano meno di cento copie decise di fotocopiarlo interamente. 

Insomma il suo interesse ha testato la curiosità di tante case editrici che nel tempo prestano attenzione a titoli oramai introvabili ma che si rivelano grandi tesori. 



Rachele Pezzella