Una “gassata” soluzione ai nostri problemi di peso: la Pepsi Special

Alfonso Lauria

In #Lifestyle, GOSSIP, MONDO, SALUTE, SCIENZE / Alfonso Lauria / Comments

 

R-PepsiCoJapanAd

Possiamo ben affermare che miglior momento per l’uscita di quest’articolo non poteva esserci e molti di voi si staranno domandando perché stavo temporeggiando così tanto, beh, l’inarrestabile vortice culinario di questi giorni ha travolto pure me e mi ci è voluto qualche giorno per potermi alzare dal divano. Signori e Signore annuncio con immenso piacere la rivoluzionaria invenzione e comparsa sul mercato mondiale nonché prossimamente nelle nostre flaccide vite, della Pepsi Cola Special, la prima bevanda gassata DIMAGRANTE.

index

In vendita dall’8 Gennaio 2016 al “modico” prezzo di 1.60€ direttamente dal Giappone la prima bibita gassata che produrrà effetti (si spera) positiva sulla nostra linea e consequenzialmente sulla nostra salute; molti voi si staranno domandando come mai sia possibile che una bibita di tal genere solitamente ricca anzi strapiena di zuccheri e anidride carbonica possa andare a braccetto con una dieta sana ed equilibrata e magari ci aiuti pure. Tutti più o meno sappiano degli effetti distruttivi che un uso sconsiderato potrebbero avere sulla nostra salute bibite gassate di questo tipo, indirizzandoci verso un progressivo quanto silenzioso aumento di peso. Fino a qualche mese fa si era pure pensato di porle sotto tassazione per limitare o ridurre in qualche maniera un loro sproporzionato uso, soprattutto nei confronti del fenomeno dell’obesità.

obesità-uomo-donna-1

Eppure la Pepsi Cola Special, vuole imporsi come totalmente diversa dalle sue innumerevoli sorelle sparse per il globo e aiutarci nella dieta d’ognuno di noi, tutto grazie ad un unico elemento che cambierà le sorti d’ogni futura bibita gassata: la DESTRINA. Si tratta “in poche parole” di una fibra naturale solubile, la quale agirà nel pieno delle sue potenzialità anche in un tal contesto esclusivamente “zuccheroso”, velocizzando il metabolismo, aiuterà la digestione, abbasserà i livelli di colesterolo e aiuterà ad evitare sensibilmente il rischio di malattie cardiovascolari; beh, che dire, una vera e propria manna dal cielo che metterà letteralmente in crisi ogni singola casa farmaceutica esistente al mondo, tutto questo grazie alla Pepsi e al partner giapponese del colosso americano, la Suntory Limited, la quale dopo la certificazione ad alimento “non nocivo” e consequenziali concessione del bollettino da parte della FOSHU ( Food for Special Health Uses ) è entrata ufficialmente nel mercato.

picture1_en

1305679410781

Fin dal 2006 era stato attentamente monitorato l’effetto della destrina su dei classici ed ignari topi da laboratorio, i quali effettivamente mostravano incoraggianti quanto positivi effetti riguardanti un ridotto assorbimento dei grassi e dall’abbassamento del colesterolo nel sangue. La domanda da porsi a questo punto: avrà gli stessi effetti sull’essere umano? Recenti studi eseguiti proprio sull’uomo a mostrato come nel breve termine, la destrina avesse effetti più che negativi, forti dolori allo stomaco, bruciore e gonfiore generale, poco si sa ancora su quali potrebbero invece essere gli effetti sul lungo termine.

Molti sono altresì i pareri negativi, come il direttore esecutivo del Center for Science in the Public Interest (CSPI), Michael Jacobson, il quale afferma con forza e vigore, che sarebbe controproducente ed errato aggiungere un ingrediente sano a un alimento non sano, e potrebbe indirizzare verso un irrimediabile scelta sbagliata nei successivi consumi.

cspi

Comunque sia la tendenza ormai è prepotentemente in atto, una nuova lotta commerciale è iniziata, nuove campagne pubblicitarie (alla Mad Men) conquisteranno i nostri cuori e le nostre menti, avvolgeranno per ore ed ore d’intrattenimento la nostra tv 40 pollici, cercando di convincerci della loro rivoluzionaria bontà. Da qui in avanti il futuro è segnato, ben presto la Coca Cola sfonderà il mercato attuale con un’altra bibita con effetti altrettanto miracolosi capace di renderci quasi immortali. Siamo pur certi, ma già questo è più che risaputo cari lettori di Social Up, che della salute del consumatore interessa poco o nulla, tutto il loro amore ed interesse è rivolto alla salute delle nostre tasche e dei bilanci delle aziende.

5

2

Ti è piaciuto questo articolo? Metti “mi piace” a Social Up!