Un cucciolo di cane si ripara nella capanna di un presepe della piazza occupando il posto di Gesù Bambino

Ci sono quelle notizie che scaldano il cuore, che sembra vengano fuori dal film “la vita è meravigliosa”, storie fatte di cuore, solidarietà ma soprattutto di grande amore per gli animali. In Brasile,  nella piazza di Inhuma, a 239 km da Teresina, un piccolo presepe allestito per ricordarci che nonostante tutto siamo a Natale, Una capanna improvvisata con una tettoia, un bue e l’asinello, Maria e Giuseppe, nel mezzo, una piccola cesta pronta ad accogliere il 24 notte il Bambin Gesù.  Nádia Rosangella, mentre in compagnia del marito e del figlioletto di 2 anni, passeggiava per la piazza, mentre mostrava al bimbo la capanna con il giaciglio pronto ad accogliere il bambinello, è rimasta colpita, qualcosa si muoveva all’interno della culletta.

Guardando bene, ha notato un piccolo cucciolo di cane, rannicchiato, cercando di ripararsi dal buio della notte, finalmente aveva trovato una morbida coperta.  Il cucciolo appariva smagrito, abbandonato da tutti, senza mamma e senza una famiglia che lo accudisse nei primi giorni della sua vita.  «Sono rimasta davvero sorpresa. Era così bello! – racconta Rosangella –. Una scena bella e pura». All’inizio non era chiaro da dove provenisse il cane, ma Rosangella crede che quel cucciolo sia stato abbandonato in quella piazza qualche tempo prima. Ma non avendo altro dove andare, ha cercato rifugio nel piccolo presepe. E così facendo, il cucciolo si è anche assicurato che quella sua vita da solitaria non sarebbe passata inosservata. La donna infatti è rimasta toccata da quella scena e ha deciso di aiutarlo: non potendolo portare a casa sua, ha scattato qualche foto e ha diffuso la notizia tra i suoi amici nella comunità locale di amanti degli animali.

 «Un amico l’ho trovato e l’ha portato a casa», ha detto Rosangella.  E così grazie al suo ruolo improvvisato nel presepe, il cucciolo ha avuto la seconda possibilità di cui aveva così disperatamente bisogno. Sebbene il Natale si stia ancora avvicinando, per certi versi il regalo più grande di tutti lui lo ha già ricevuto.  «Mi sento felice e in pace sapendo che è al sicuro – ha detto Rosangella – . Amo moltissimo gli animali e auguro che possano ricevere lo stesso amore a tutti loro».



Alessandra Filippello