Orietta Berti: a Sanremo per raccontare e celebrare la mia carriera

Orietta Berti torna a Sanremo nel 2021, incasellando la sua dodicesima partecipazione alla kermesse sanremese. Un traguardo toccato in occasione del suo cinquantacinquesimo anno di carriera.

Come dichiarato in conferenza stampa da Orietta Berti, infatti, la decisione di prendere parte alla settantunesima edizione del Festival è stata presa anche per celebrare una carriera così importante in grande stile, portando in alto «il bel canto italiano».

Orietta Berti a Sanremo con “Quando ti sei innamorato”

Orietta Berti arriva a Sanremo con il brano “Quando ti sei innamorato”, canzone che narra l’importanza di un amore fatto per durare per sempre, che si regge su promesse eterne, pronto a sfidare le difficoltà e le peripezie della vita.

Il brano, scritto da Francesco Boccia, Ciro Esposito, autori al Festival di Sanremo 2015 di Grande Amore de Il Volo e Marco Rettani, con la produzione artistica del Maestro Enzo Campagnoli.

La canzone fa parte del cofanetto celebrativo, composto da venti inediti e sei cd, in uscita subito dopo il festival, in cui Orietta Berti ripercorrerà la sua vita e la sua carriera artistica come se fosse un film.

Il cofanetto è stato anticipato a fine 2020 dal libro “Tra bandiere rosse e acquasantiere”, edito da Rizzoli, la biografia di Orietta Berti in cui la sua carriera si intreccia con il mondo dello spettacolo e gli avvenimenti politico-economici dell’Italia negli ultimi settanta anni. Abbiamo chiesto ad Orietta di analizzare la sua canzone, che ha così commentato:

«E’ una canzone che avevo scelto per inserirla nel cofanetto. Tuttavia, quando me l’ha presentata Francesco Boccia, quando ho letto il testo ho detto “questa è la mia storia d’amore”. Soprattutto, però, mi è piaciuta la melodia ed ho deciso di cantare con orgoglio la tradizione italiana del bel canto, non vergognandomi di cantare le proprie radici.»

Orietta Berti a Sanremo: tra storia e giovane generazioni

Orietta Berti salirà sul palco senza snaturarsi, con lo stile che da sempre la contraddistingue, mettendo al primo posto la sua musica, fatta di tecnica, equilibrio, bel canto e soprattutto emozioni.

L’edizione 2021 del Festival sarà caratterizzata anche dalla presenza di tantissimi “giovani” tra i big, molti di loro alla prima esperienza sanremese ed Orietta Berti ha conosciuti i giovani in gara, avendo collaborato anche con alcuni di loro in passato, come Lodo de Lo Stato Sociale o gli Extraliscio.

Per Orietta i giovani concorrenti in gara «non hanno bisogno di consigli, poiché sono molto sicuri, più di noi di una volta. Non hanno paura di niente poiché vogliono arrivare e questo gli fa onore». Una sorta di cambio generazionale forse, ma anche tanta umiltà da parte di Orietta Berti, che si sente solamente di dare un consiglio, figlio della sua immensa saggezza: vorrei dire a tutti di non montarsi la testa, di restare con i piedi per terra, poiché questo lavoro è un esame continuo: se oggi gli va bene, domani devono stare attenti che vada ancora meglio, altrimenti si rischia di rimanere nell’ombra».

Non abbiamo ancora avuto il piacere di ascoltare la canzone della Berti, ma ci sentiamo già di dire che non passerà inosservata. Sarà un Sanremo in cui avrà l’occasione di incidere, come sempre, unendosi alla varietà di stili che salirà sul palco dell’Ariston, operazioni resa possibile solamente dal coraggio e dalla lungimiranza di Amadeus.

La partecipazione di Orietta Berti permetterà a Sanremo di aumentare la sua magia, stimolando a pieno la contaminazione tra passato, presente e futuro, in cui il fascino della canzone italiana la farà sempre da padrona.



Paride Rossi