Nicole Kidman e Rocio Munoz Morales al Taormina Film Fest 65. Oltre 70 proiezioni per il festival

Sarà Nicole Kidman l’ospite d’onore della 65a edizione del Taormina Film Fest che si svolgerà dal 30 giugno al 6 luglio 2019. L’attrice australiana Premio Oscar come migliore attrice per The Hours, prossimamente al cinema con “Il Cardellino“, film tratto dall’omonimo romanzo premio Pulitzer di Donna Tartt, riceverà il Taormina Arte Award nella suggestiva cornice del Teatro Antico.

Il Festival, che quest’anno avrà come madrina l’attrice e modella spagnola Rocío Muñoz Morales, è prodotto e organizzato per il secondo anno consecutivo da Videobank, in collaborazione  con la Fondazione Taormina Arte (sostenuta dall’Assessorato regionale al Turismo e dal Comune di Taormina), con la direzione artistica di Silvia Bizio e Gianvito Casadonte.

Tra gli altri ospiti, Kasia Smutniak con il film Dolce Fine Giornata di Jacek Borcuch, recentemente premiato al SundanceTra le proiezioni speciali sul grande schermo ci sara’ la prima italiana di Yesterday di Danny Boyle ( già regista di Trainspotting e The Milionaire) sui Beatles, con Hamish Patel e Lily James, e l’attesissimo film concerto Amazing Grace, con una giovane Aretha Franklin.

Risultati immagini per kasia smutniak

La Giuria composta dallo scrittore André Aciman (“Chiamami col tuo nome”), dal compositore Carlo Siliotto (“Instructions Not Included”) e dall’attrice Laura Morante è presieduta da Oliver Stone che tra l’altro presenterà al festival il documentario The Untold History of Ukraine di Igor Lopatonok, di cui è produttore esecutivo. 

In programma oltre 70 proiezioni, per andare incontro ai gusti di una platea variegata, puntando sempre sul Cinema nazionale ed internazionale di alto livello, con particolare attenzione anche alle più delicate tematiche sociali ed attuali.

Per questa edizione Videobank ha pensato a diverse soluzioni e offerte per il pubblico, anche per allinearsi agli standard delle altre rassegne cinematografiche internazionali. Tenendo conto dei diversi desideri del pubblico, sono stati pensati nuovi strumenti di fruizione, affinché ogni appassionato possa usufruire della soluzione più congeniale alle proprie esigenze. Per i cinefili che vogliano vivere il Festival a 360°, con ingresso a tutte le programmazioni al Palacongressi in sala A, comprese le Masterclass e le mostre e a tutte le serate al Teatro Antico (con posto in gradinata, riservata e numerata), sarà possibile acquistare l’abbonamento “Open Festival”, al costo complessivo di 58 euro. Il Festival quest’anno, infatti, ritornerà ogni sera al Teatro Antico, con ospiti d’eccezione, cerimonie di premiazione, momenti musicali e la programmazione cinematografica, con la proiezione dei “grandi film sul grande schermo”.  

Chi, invece, è interessato o ha la possibilità di soggiornare a Taormina un solo giorno, ma desidera una full immersion nel festival, acquistando l’abbonamento giornaliero “Open Day”, al costo di 15 euro, avrà diritto a tutte le programmazioni al Palacongressi in sala A, l’accesso alle mostre e a tutte le Masterclass e quello serale al Teatro Antico, nella speciale gradinata numerata. In più, per tutti gli abbonati, vi sarà anche la possibilità di assistere a tutte le proiezioni in sala B, fino ad esaurimento dei posti.

Tutte le soluzioni sono comprensive dei diritti di prevendita; ulteriori informazioni e aggiornamenti saranno pubblicati sul sito www.taorminafilmfest.it

Per acquistare tutti i biglietti in prevendita si può fare riferimento al sito www.ctbox.it (Box Office Sicilia di Catania, infoline 095 7225340).

La locandina del 65° Taormina Film Fest è dedicata al gioco sensuale mirabilmente personificato dalla celebre scena del ballo del filmIl conformista” di Bernardo Bertolucci, al quale viene idealmente tributato un omaggio alla memoria. Sono le sinuose, eleganti e provocatorie movenze di due impalpabili dive del grande schermo – eternate e sublimate al meglio in più d’una pellicola del grande Maestro recentemente scomparso – a guadagnare il centro della pista e della scena sotto lo sguardo attonito di Jean-Louis Trintignant e degli inconsapevoli astanti.



Francesco Bellia