Emozioni a suon di musica a “Stasera CasaMika”, il miglior programma tv

In SPETTACOLO by Claudia Ruiz Comments

Come tornare a casa dopo un lungo viaggio, un abbraccio e l’affetto degli amici che non vedevi l’ora di incontrare; è questa la sensazione che provi guardando “Stasera CasaMika”, ecco perché per noi è senza dubbio il miglior programma che la televisione italiana possa offrire. La casa è dove ti senti libero di metterti in gioco, in modo differente senza inibizioni, è il format utilizzato da Mika che coinvolge e ti trascina in questo mondo fantastico stile Mago di Oz.

In un’epoca in cui l’intrattenimento è concepito come un gruppo di illustri sconosciuti che urlano e bestemmiano in diretta, Rai 2 cambia tendenza è punta su un giovane di origini libanesi famoso in tutto il mondo per la sua musica esplosiva. “Stasera CasaMika” è un programma emozionante e divertente, vincitore del prestigioso Rose D’Or Award come Miglior Programma europeo di Intrattenimento del 2016, che porta sul piccolo schermo la magia del varietà di una volta.

Tra le novità della seconda stagione dello show prodotto dalla Rai con Ballandi Multimedia, una nuova coinquilina: al posto di Virginia Raffaele, ad affiancare l’ex giudice di X Factor, è l’esplosiva Luciana Littizzetto. Il tocco ironico e assolutamente ingestibile della Littizzetto ha davvero fatto la differenza, le incursioni inaspettate e le battute pungenti in pieno stile Lucianina rendono il ritmo del programma sempre alto, non annoiando mai lo spettatore.

Il viaggio che Mika compie insieme ai propri amici in studio e a casa, alterna monologhi a viaggi nel tempo che lo portano fino al 1967, con la fiction “Il Ragazzo Che Viene Dal Futuro“, è un viaggio in Italia tra le professioni dimenticate. Padrone di casa impeccabili Melachi e Amira, le due dolcissime golden retriever del conduttore, commentano ciò che accade in studio tra ironia e qualche riflessione canina. Oltre a loro, nelle quattro puntate sarà una presenza fissa Gregory, amico d’infanzia di Mika, un po’ diverso dall’immaginario collettivo e con qualche problema di depressione. In ogni puntata del “one man show”, Mika introdurrà sul palco ospiti nazionali e internazionali, racconterà la loro storia, si emozionerà cantando con loro, ballando e suonando con le pentole all’occorrenza.

Il tema della prima puntata è stata la diversità affrontato in ogni sua sfaccettatura che sia bullismo, diversità fisica, diversità culturale sia storica che continentale. Una serie di pezzetti di puzzle che ti portano a capire quanto la vita sia il frutto di scelte personali per cui ogni fattore esterno non deve essere altro che un fruscio di sottofondo.

Doveva arrivare un uomo da un altro Paese per farci emozionare ancora!