L’eticità sfila in passerella: arriva la prima agenzia sostenibile

La moda ultimamente è la prima ad inneggiare alla diversità, ma sempre e solo con modelle uguali. È la prima ad inneggiare al body positive ma solo ultimamente alcuni brand hanno deciso di inserire modelle curvy , e non solo,  nelle sfilate.

Insomma la moda è la prima a lanciare il sasso e a ritirare la mano. Ora però sembra arrivare una svolta significativa. Con la conclusione della MFW la World sustainability organization ha infatti deciso di aprire la prima agenzia di modelli e modelle etica e sostenibile. Che siano i primi spiragli verso un sistema moda più etico e sociale?

In che senso etica e sostenibile? Insomma le persone non crescono sugli alberi e di certo non siamo annaffiati. Ciò che è certo è che però non sempre i diritti dei lavoratori, e questo in ogni campo, vengono rispettati. La Wso models academy & Agency però garantirà il rispetto del lavoro, delle esperienze personali e non solo dei lavoratori silenziosi della moda. Insomma un compenso equo, zero molestie sessuali e rigide regole contro la discriminazione saranno i pilastri fondanti. Perché è vero: la sostenibilità nella filiera produttiva è importante, ma è altrettanto fondamentale il benessere dei lavoratori.

É inoltre un’immagine e una realtà tristemente nota come modelli e modelle vivano nello spettro dell’anoressia. Dobbiamo infatti pensare che questo fenomeno colpisce circa 2 milioni di modelle e per ora i tentativi di estirparla sono stati, purtroppo, vani.  Senza dimenticare ovviamente come le immagini di modelle e indossatori circolino vorticosamente e abbiano una risonanza globale.

è evidente come tutto ciò porti all’elaborazione di un pensiero comune:  associare la bellezza alla taglia.

La Wso models academy and Agency garantirà quindi un supporto psicologico e alimentare agli indossatori. Nella speranza che anche questa realtà diventi presto un ricordo e la moda diventi sempre più sostenibile.



Rebecca Bertolasi