Instagram @bagnimisteriosi

L’emozionante concerto sotto le stelle del Quartetto di Brescia

In occasione della Festa Europea della Musica, i Bagni Misteriosi con il patrocinio del Teatro Franco Parenti di Milano il 21 giugno hanno ospitato un concerto a dir poco magico. Sotto le stelle, a bordo piscina, davanti a una platea finalmente di nuovo piena, il Quartetto di Brescia ha regalato emozioni come non succedeva da tempo. Noi di Socialup abbiamo avuto la possibilità di partecipare a questo evento organizzato da “Società del Quartetto di Milano” e vi raccontiamo come è andata.

La musica sotto le stelle

In una calda prima sera d’estate il Quartetto di Brescia, formato da Stefano Belotti, Fabio De Cataldo, Emanuele Quaranta, Alberto Pedretti tutti diplomati in Trombone con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Luca Marenzio”, si è esibito in uno spettacolo davvero particolare: Ground da Verdi ai Beatles. Interpretando pezzi di epoche diverse e passando per grandi classici, il Quartetto di Brescia ieri sera ha dimostrato che la musica non ha confini. Anzi è solo “dialogando” con compositori e mondi diversi che è possibile coglierne l’essenza e la bellezza nella sua totalità e complessità. La musica è una continua scoperta che passa attraverso le note sugli spartiti per arrivare dritta al cuore e all’anima di chi la ascolta.

Partendo dal Nabucco di Verdi e arrivando a Volare di Modugno, il Quartetto di Brescia ha condotto gli spettatori in un vero e proprio viaggio attraversando secoli differenti. Tra i brani interpretati per esempio Bohemian Rapsody dei Queen, alcuni celebri passi di Nino Rota e un immancabile tributo ad Ennio Morricone, con cui il gruppo ha avuto l’onore di suonare. Sul palco ad accompagnare i quattro musicisti c’erano il batterista della Rai di Torino Biagio Zoli, la cantante lirica Anna Maria Sarra e il trombettista Andrea Giuffredi.

L’emozione di tornare live

Dopo un anno di privazioni e trascorso in silenzio dietro ai nostri schermi nel tepore delle case, lunedì sera si è finalmente tornati a godere di una serata musicale senza il coprifuoco. Gli artisti, visibilmente emozionati, hanno saputo conquistare e travolgere anche gli spettatori più seri. A fine spettacolo cinque minuti ininterrotti di applausi e un acclamatissimo bis. Un evento in cui, chiunque ami la musica, ha avuto l’occasione di immergervisi pienamente. Felicità mista a commozione ad ogni acuto e ad ogni incalzare del ritmo.

Uno sguardo alla platea per osservare le persone intorno piene di gioia ed euforia per lo spettacolo. Sì, i sorrisi si vedono anche dietro le mascherine e lunedì sera ce ne erano tantissimi. A rendere tutto più magico e speciale anche la bellissima location dei Bagni Misteriosi di Milano con le sue piscine e le sue aiuole fiorite. Un connubio di sensazioni positive in un crescendo di emozioni che ha avuto come risultato quello di un momento di assoluta godibilità. La musica dal vivo, il pubblico e gli applausi sotto le stelle: si può volere qualcosa di più?

 

 

 

 



Eleonora Corso