La ragazza che piange sangue

redazione

In MONDO, social up / redazione / Comments

La questione ha origine nel mese di Marzo del 2013, quando Marnie Rae Harvey  cominica a tossire sangue. La ragazza, inizialmente, nasconde il problema ai genitori. Tuttavia, in una notte del mese di Luglio del 2013 si risveglia con il volto intriso di sangue: il fatto strano è che proviene dagli occhi.

La ragazza viene sottoposta ad un’accurata visita specialistica ed a numerose analisi, che danno esito negativo. La donna è in salute e non è affetta da alcuna patologia, i valori ematici sono nella norma. Si comincia a pensare ad una forma di isteria transitoria con effetti psicosomatici. Ma il problema continua ed anzi si aggrava: Marnie comincia a perdere sangue anche da altre parti del corpo, unghie, capelli, naso e lingua.

Sono state effettuate ulteriori visite, ma anche queste hanno dato un esito negativo. I medici non riescono a trovare una patologia o a fornire una valida spiegazione scientifica. Frattanto, la ragazza è disperata e si rifiuta di uscire di casa e frequentare gli amici. Ultimamente ha dichiarato di perdere sangue ogni 5 muniti da tutte le parti del corpo.

E’ un caso unico al mondo ed il problema può avere solo due spiegazioni. Può trattarsi di una patologia mai individuata prima o, come sostengono i complottisti, di un fenomeno di natura paranormale.

Per saperne di più bisogna attendere il corso degli eventi.