La Formula 1 saluta il 2018 tra grandi addii e piacevoli ritorni

Giuseppe Forte

In SPORT / Giuseppe Forte / Comments

Con il Gran Premio di Abu Dhabi cala il sipario sul campionato 2018 di Formula 1 che ha visto un nuovo dominio firmato da Lewis Hamilton e dalla Mercedes. Il cinque volte campione del mondo non ha fatto sconti nemmeno nell’ultimo appuntamento stagionale, conquistando l’undicesima pole e l’undicesima vittoria in ventuno gare e stabilendo il nuovo record di punti ottenuti in una singola stagione, ben 408. Al secondo posto e di poco staccato è giunto Sebastian Vettel sulla Ferrari, il quale ha concluso con una prestazione convincente una seconda parte di stagione sicuramente non all’altezza dei suoi standard abituali. Terzo e per la quinta volta consecutiva sul podio Max Verstappen, il migliore insieme a Hamilton in quest’ultimo scorcio di campionato.

Giornata amara per Kimi Raikkonen, alla sua ultima gara sulla Ferrari e costretto al ritiro nelle fasi iniziali a causa di un problema elettrico. Iceman ha potuto però consolarsi con il terzo posto in classifica generale (grazie alla quinta posizione conquistata da un Bottas sottotono) e un’annata estremamente positiva. Per il 2019, il finlandese si scambierà il sedile con Charles Leclerc ritornando così in Sauber, il team che lo ha lanciato in Formula 1 nel 2001.

Sul tracciato di Yas Marina si è consumata anche l’ultima volta di Daniel Ricciardo sulla Red Bull, autore di una buona prova ma tagliato fuori dalla lotta per il podio complice una strategia non ottimale. Il driver australiano, il quale il prossimo anno correrà per la Renault, ha collezionato 100 Gran Premi con il team di Milton Keynes, vincendone 7 e salendo 29 volte sul podio.

Al termine della gara, i riflettori erano tutti puntati sulla McLaren di Fernando Alonso, giunto alla sua ultima apparizione in Formula 1. Per il 2019, lo spagnolo punterà alla conquista della Triple Crown, senza però escludere del tutto un suo possibile ritorno in futuro. La scena che si è vista durante il suo giro di rientro, con Hamilton e Vettel ad accompagnarlo fino al rettilineo principale in cui si sono esibiti in un paio di donuts, è probabilmente la più bella di tutto il mondiale: due grandi campioni che hanno voluto rendere omaggio spontaneamente a una delle leggende di questo sport nel momento del suo addio.

Gli appassionati perdono così uno dei suoi protagonisti, ma ne ritroveranno un altro altrettanto importante in vista del prossimo anno come Robert Kubica. Il driver polacco, già sceso in pista durante le prove libere del GP di Abu Dhabi, tornerà a gareggiare su una monoposto a 8 anni di distanza dal terribile incidente del Rally di Andora che stava per stroncargli la carriera. Kubica correrà in Williams al fianco di George Russell, campione quest’anno in Formula 2.

La Formula 1 va quindi in vacanza ma con grandi prospettive per la prossima stagione, in cui ripartirà nuovamente la sfida per strappare lo scettro di campioni a Hamilton e Mercedes. Il primo appuntamento stagionale è come di consueto all’Albert Park di Melbourne per il Gran Premio d’Australia, in programma il 17 marzo 2019.