Fonte: www.news.cgtn.com

Kenya: avvistato e fotografato un rarissimo esemplare di leopardo nero

Un manto nero corvino, brillante ed intenso e due occhi luminosi e profondi che ipnotizzano. E’ questo lo spettacolo che si è trovato di fronte un fotografo naturalista britannico. Non stiamo parlando di una razza felina o di un’animale qualsiasi. Quello che ha sapientemente immortalato Will Burrard-Lucas in uno dei suoi tanti viaggi in Africa è un rarissimo esemplare di leopardo nero selvatico, bellissimo e affascinante come tutti gli spettacoli che la natura ci sa offrire. Non è la prima volta, infatti, che noi di Social Up vi raccontiamo storie e animali incredibili. Perché il bello della natura è che varia ed imprevedibile e non smette mai di stupirci.

Fonte: www.wptv.com

IL LEOPARDO NERO: UN NUOVO AVVESTIMENTO DOPO 100 ANNI

Scattate nel 2019 a Laikipia, in Kenya, Burrard-Lucas ha condiviso per la prima volta le immagini del leopardo nero nel suo nuovo libro “The Black Leopard: My Quest to Photograph One of Africa’s Most Elusive Big Cats”. Le serie di foto appena pubblicate mostra lo straordinario animale delineato da un cielo scuro. A contrapporsi al nero corvino del manto lucente, degli occhi luminosi risultato del melanismo, fenomeno genetico opposto dell’albinismo. Grazie al suo lavoro, per la prima volta in 100 anni il leopardo nero è stato scientificamente registrato come specie attualmente esistente in Africa.

Fonte: www.usnews.com

BLACKY E BIG SPOTTY: DUE LEOPARDI NERI DIFFICILI DA FOTOGRAFARE

Grazie all’aiuto della comunità locale, il fotografo è riuscito ad immortalare due leopardi neri, uno più piccolo a cui ha dato il nome di Blacky e un maschio più grande, Big Spotty. Nell’osservare i due esemplari, Burrard-Lucas ha notato che i leopardi neri sembrano essere animali “più notturni, probabilmente perché hanno più successo nella caccia di notte”. Nel suo blog, Burrard-Lucas ha raccontato che il suo sogno sarebbe stato quello di catturare l’immagine del leopardo nero sotto il cielo stellato del Kenya. Missione resa ancora più difficile dal girovagare dell’esemplare che sperava di fotografare. Ci sono volute due settimane per ottenere la foto dei sui sogni, anche se con l’esemplare sbagliato. Grazie a delle foto trappole, il fotografo britannico ha catturato l’immagine del leopardo nero immerso nel cielo africano. “E’ forse la mia foto preferita di un leopardo fino ad oggi e quindi non sono rimasto troppo deluso”, ha dichiarato.

Insomma, quella di Burrad – Lucas è una scoperta fenomenale e le sue foto stanno letteralmente facendo il giro del mondo. E chi se ne frega se quello immortalato è il leopardo nero sbagliato.



Catiuscia Polzella