Il fenomeno Banksy sbarca a Roma

È tutto vero: il fenomeno Banksy sbarca anche a Roma. È lui il più famoso e soprattutto misterioso street artist del mondo. Nonostante le sue opere siano richiestissime e ultra-pagate, nessuno ancora conosce la sua identità. Politicamente scorretto e provocatore, Banksy tratta temi di scottante attualità riportandoli sui muri delle città di tutto il mondo, da Bristol a Giza passando per New York.

Con il suo progetto a-work-a-day ha utilizzato i social, in particolare Instagram, per pubblicare ogni giorno un’opera e la sua rispettiva collocazione a New York, scatenando così un fenomeno di massa. Centinaia di persone infatti si muovevano per recarsi sul luogo e vedere il graffito oppure per tentare di scorgere il volto di questo misterioso artista, talvolta addirittura per provare a portarsi a casa l’intero murales. Numerose sono state nel corso degli le ipotesi sulla possibile identità dello sfuggente Banksy: si è pensato ad una donna, poi ad un gruppo di più artisti, infine ad un giovane di estrazione operaia che lavorava in una macelleria. Un nome, dopo diversi studi e ricerche ad opera della Queen Mary University di Londra, è in realtà venuto fuori. Si tratta di Robin Gunningham, già individuato dal Mail on Sunday nel 2008. In base ai dati forniti dalla tecnologia di localizzazione geografica, sembrerebbe infatti che questo ragazzo della middle-class di Bristol sia stato in molti dei luoghi in cui sono apparsi i famosi graffiti; esisterebbe persino una foto che lo ritrae nell’atto di prepararsi a dipingere in Jamaica.
Sembra proprio che valga la pena quindi di fare un salto all’esposizione che verrà allestita a Roma, presso Palazzo Cipolla dal 24 maggio al 4 settembre. La mostra “War, Capitalism & Liberty”, infatti, raccoglie 150 opere dell’artista britannico, perlopiù provenienti da collezioni private, che trasmettono tutto il suo gusto per la provocazione, per il rovesciamento delle convenzioni sociali e per la sensibilizzazione sui temi scottanti dell’attualità.

Eccovi, come anteprima, una galleria di alcuni tra i più famosi murales realizzati da Banksy in tutto il mondo. Enjoy it!



Beatrice Anfossi