Il derby capitolino: Roma-Lazio

In social up, SPORT by redazioneLeave a Comment

Non c’è derby che si rispetti che non abbia delle storie alle spalle. Storie sportive, sia chiaro, storie di calciatori che umiliano sul campo i cugini e di allenatori che passano da una sponda all’altra, storie di finali di Coppa e di scudetti, ma anche storie di un passato che in pochi ricordano. In questo panorama Lazio e Roma hanno tante, tantissime storie da raccontare in una stracittadina che conta oltre cento partite.

Era l’8 dicembre 1929 quando, allo stadio della Rondinella, si disputò la prima partita tra le due compagini  che venne vinta dalla Roma grazie alla rete di Rodolfo Volk, centravanti italiano che ad oggi rimane ai piani alti della classifica dei top scorer del derby della Capitale. Roma-Lazio è anche una sfida che vive di pochi, ma intensi, momenti di gloria. Sono solo 5 gli scudetti vinti dalle due squadra, il primo dei quali fu appannaggio della Roma nella stagione 1941-42. I cugini dovettero attendere 32 anni prima di festeggiare la vittoria del primo tricolore, vinto nella stagione 73-74, per poi essere di nuovo sorpassati dai giallorossi nove anni dopo. Gli ultimi successi in campionato sono storia relativamente recente, dal momento che le due squadre capitoline hanno dominato il biennio a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio. Lo scudetto 99-00 resterà memorabile per la vittoria all’ultima giornata della Lazio che superò la Juventus, rimasta letteralmente impantanata nella storica partita contro il Perugia viziata da un nubifragio, mentre l’anno successivo fu la Roma di Fabio Capello ad imporsi – sempre sui bianconeri – trascinata da attaccanti del calibro di Gabriel Omar Batistuta, Francesco Totti, Vincenzo Montella e Marco Delvecchio.

Le due formazioni non hanno mai avuto tanta fortuna in Europa, dove per altro non si sono mai scontrate, ma la storia del derby di Roma è stata scritta anche nella coppa nazionale.

La rete di Senad Lulic che ha deciso la finale di Coppa Italia della stagione 2012-2013.

Nella stagione 2012-2013 infatti, le due squadre si sfidarono in uno stadio Olimpico gremito per la prima volta in finale di Coppa Italia (e in una finale in assoluto). I presupposti per una sfida leggendaria c’erano tutti, ed in effetti a quattro anni di distanza non c’è tifoso laziale o romanista che, con gioia o con sofferenza, non ricordi quella sfida. Ad aggiudicarsi la finale furono i biancocelesti grazie alla rete realizzata al 71º da Lulic. E proprio in questa stagione, per la prima volta da quella finale, le due squadre si rincontrano proprio in Coppa Italia, stavolta per guadagnarsi un posto in finale. La semifinale di andata ha visto trionfare nuovamente i biancocelesti – 2-0, reti di Milinković Savić e Immobile – ma il 5 aprile le due squadre scenderanno nuovamente in campo per la gara di ritorno.

Ci sono poi allenatori che hanno vissuto il derby su entrambe le panchine: su tutti è opportuno ricordare Zdenek Zeman e Sven-Göran Eriksson. Il primo ha allenato prima i biancocelesti tra il 94 e il 97 e poi i giallorossi nelle due stagioni successive, tornando ad allenare la Roma nella stagione 2012-2013. Eriksson è invece stato prima sulla panchina dei giallorossi vincendo una Coppa Italia, quando negli anni 80 ha rivestito il ruolo di Direttore Tecnico, e poi dei biancocelesti tra il 1997 e il 2001 vincendo 1 campionato, 2 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane, 1 Coppa delle Coppe e 1 Supercoppa UEFA.

Francesco Totti, protagonista assoluto della storia recente della Roma e del derby capitolino.

E poi ci sono loro, i calciatori, quelli che concretamente sono i protagonisti delle partite, quelli che con i loro gol hanno scritto la storia di una delle stracittadine più importanti d’Europa. Da Roberto Mancini a Marco Delvecchio, passando per Nedved, Montella (autore dell’unico poker nella storia del derby di Roma) e Giuseppe Signori, fino ad arrivare a quel Francesco Totti che nelle ultime tre decadi ha lasciato un segno indelebile nella storia del calcio romano.

Un cenno meritano anche gli stadi che nei quasi novant’anni di storia di questa sfida hanno ospitato le contese tra le due squadre. Il già citato stadio della Rondinella dove si svolse il primo derby, il Campo Testaccio e lo Stadio Nazionale che hanno ospitato le due squadre negli anni 30 e 40, prima dell’approdo allo stadio Olimpico, teatro della maggior parte delle sfide tra queste due squadre, senza dimenticare la parentesi al Flaminio nella stagione 89-90.

Il derby di Roma è un evento che ha sempre regalato e continuerà a regalare spettacolo, e sarà sempre una delle sfide più importanti del nostro calcio.

Questo articolo è stato realizzato da Falso Nueve – La Rivista.