I 5 peggiori Villain della storia del cinema

E’ estate. Tutti ci stiamo annoiando e quindi non possiamo esimerci dal proporvi delle classifiche:

1) Ne esistono di qualunque cosa e quindi offrono un materiale di scrittura virtualmente infinito.

2) Dimostrano che ne sai a pacchi, anche perché tutti pensano che, quelle dieci posizioni, siano il risultato del vaglio di infinite altre possibilità (mentre di solito stai le ore a capire che cavolo mettere in nona posizione che non ti viene in mente nulla di niente).

3) Ti fanno sentire decisamente superiore, ma anche democratico. Magari scrivi pure che non sono proprio in ordine, ma costituiscono tutte una prima posizione (quanto sono buono eh).

4) Se sono classifiche al negativo, ti puoi divertire davvero un casino a fare l’arrogantello infilandoci a sorpresa una roba che tutti considerano invece bellissima (o mettendola proprio come immagine d’apertura) . In certi casi mi viene in mente sempre la scena di Io e Annie con Woody Allen che tira fuori il regista da dietro il cartellone pubblicitario per smerdare il solito critico da coda al supermercato.

5) E ora che ci metto in quinta posizione…

Il mio problema però è che le classifiche sembrano una robetta da nulla, ma sono lunghe e devi cercare le foto e 10 posizioni sembrano poche, ma sono un frego.
Dovevamo trovare una soluzione (che non comportasse l’ingerimento di superalcolici, prima di guidare un biplano alla ricerca di anfore disperse in mare).

5 posizioni. 5 posizioni giustificate nel loro numero da Nick Hornby e le sue Top Five in Alta Fedeltà. E ora venitemi a dire che sono pigro. E’ evidentemente una scelta stilistica…

Comunque se vi siete rotti pesantemente delle classifiche estive NON cliccate qui sotto per vedere i 5 peggiori cattivi del cinema.

5. Count Dooku – Star Wars II e III

Nessuno sa da dove cavolo arriva (a meno che non si tratti di un Team Up segreto con la Terra di Mezzo), a nessuno frega nulla quando muore, ma soprattutto a tutti rimane un dubbio: perché un vecchio con la mantellina dovrebbe essere in qualsiasi modo minaccioso? Si è alzato prima che il barbiere gli finisse il taglio? E’ forse crudele perché distribuisce ai bambini le Rossana avariate?
Sono misteri che non avranno mai risposta, naturalmente mi auguro fortemente che ritorni nei prossimi film della saga…

4. Dracula – Blade Trinity

Me lo ero dimenticato. Anni e anni di terapia mi avevano fatto rimuovere l’immagine di Dominic Purcell, anche conosciuto come il fratello scemo di Prison Break, vestito con il fondo del cestone Tutto-a-un-Euro di MAS. L’avevo dimenticato prima che uscisse Man of Steel, e che Goyer si riaffacciasse nei miei incubi più bui. Chiunque abbia pensato, anche solo un secondo, che Blade avrebbe avuto problemi a prendere Dracula a calci in culo, si merita di finire nelle docce dello stesso carcere in cui è stato Wesley Snipes.

3. Terl – Battaglia per la terra

Questo terzo posto ce lo giochiamo sul sicuro. Terl, interpretato da John Travolta ricoperto da un make up che neanche le puntate più pezzote di Battlestar Galactica (l’originale, parlo dell’originale, che altrimenti mi saltate addosso), è forse il cattivo più pezzente della storia. Da notare la manona con la qule evidentemente gli è impossibile premere il grilletto. Non riesce a scalare le prime due posizioni, perché la bruttezza del film e del personaggio ne fanno un idolo di bruttezza (se non sbaglio quell’anno fece incetta di Razzie Award) e comunque essere un idolo, anche in negativo, fa di Terl un villain meno pezzente di quanto potrebbe essere.

2. Le Piante – E venne il Giorno

Vedere Mark Walhberg, correre come una scream queen alla vista di un Ficus Benjamin, perfettamente fermo nell’angolo del tinello, non ha prezzo. Non c’è neanche bisogno di spiegarvi ulteriormente perché le piante di E venne il giorno sono un cattivo indimenticabile.

1. L’Uomo Sabbia – Spider-man 3

Chiudiamo con una nota nostalgica. In Spider-man 3 ci sono centoventimila cattivi diversi e l’uomo Sabbia decisamente non è il peggiore…
C’è il Green Goblin (???)
C’è Peter-Emo, che considereremo il peggior nemico del cinema e della recitazione.
E infine c’è Venom, che compare a dieci minuti dalla fine del film, così schiacciato fra cinquanta story line diverse, che ho dovuto cercare su IMDB per ricordarmi chi lo interpretava.

Però, in mezzo a questa trafila di Villain pezzotti, quello che odio di più è l’Uomo Sabbia. Perché mi ci ha fatto credere. All’inizio, con quella meravigliosa scena delle sue origini, mi ha fatto credere che Raimi avesse messo a segno il terzo strike. Lo odio l’Uomo Sabbia perché, se mi concentro sulla sua figura ed escludo tutto il resto del film, quasi quasi mi viene voglia di rivederlo. Ma non devo farlo, non dovete neanche voi. E’ un film che ti illude forte forte per poi prenderti a diretti sul naso.

Finita la rivista di cattivi indecenti. Se volete insultarmi perché sono solo cinque di cui uno in realtà bello, o perché c’è Darth Vader come immagine di copertina… non avete ancora capito che è estate e non mi va di scrivere?



redazione