Gomorra La serie 4: il decalogo di Genny Savastano

In SPETTACOLO by Sandy SciutoLeave a Comment

A fine marzo è arrivata su Sky Atlantic, la quarta stagione di Gomorra, la serie italiana più seguita al mondo a tal punto che anche Ellen Pompeo, la Meredith Grey di Grey’s Anatomy con un video ha salutato il suo amico Salvatore Esposito e ha ricordato il ritorno.

In queste settimane sono già stati rilasciati i primi quattro episodi dai quali si evince chiaramente una nuova distribuzione di compiti, poteri e obiettivi. Più di tutto, però, c’è sulla scena la nuova, forse migliore, versione di Genny Savastano.

Il figlio di Don Pietro, reduce dalla perdita do frati Ciro Di Marzio che di immortale ha solo la nomea, si è completamente concentrato sugli affari, sulla famiglia e su un’unica necessità al grido di “ora ce ripigliamm’ tutt’ chell che è o nuostr!”

Quattro episodi sono bastati per esaminare e valutare il nuovo Genny Savastano del quale possiamo stilare un vero e proprio decalogo. Cominciamo!

  1. PIETRO SAVASTANO

Al primo posto nel cuore e nei pensieri di Genny c’è il figlio Pietro che accompagna all’asilo, che coccola e che cerca di rendere felice in ogni modo e in ogni occasione. Molto toccante nel primo episodio il racconto della festa del compleanno di Pietro. Seppur non è stata potuta realizzare come immaginato, Genny ha dato la festa che gli spettava al piccolo Pietro, sentendosi un padre fiero e orgoglioso.

  1. LA FAMIGLIA

Per Genny il nucleo familiare che ha creato è la sua forza, la sua energia, il suo porto sicuro. Il suo pilastro! Con la moglie Azzurra ed il figlio al suo fianco si sente invincibile e pronto ad affrontare tutti gli ostacoli che potranno impedirgli di raggiungere quanto progettato.

  1. W DONNA IMMA

Una grande donna, mamma Imma. Quando ha mandato il figlio in Honduras perché doveva imparare e doveva farsi uomo, ha donato a Genny il più bel regalo che si potesse fare. Se oggi Genny è l’uomo che domina la scena, gran parte del merito si deve a Donna Imma.

  1. LE MANI E GLI ANELLI

Quando Genny si tocca gli anelli e si sfrega le mani, c’è da stare molto attenti, preoccupati e incuriositi. È come un momento di preparazione prima della battaglia o della guerra. Sembra che stia riflettendo, ma in realtà sta elaborando in che modo uccidere il nemico di turno magari con un colpo solo. Chi può, scappi!

  1. GENNY STRATEGA

Questa è la più grande qualità che emerge del nuovo giovane Savastano. Nulla è per caso. Nulla accade senza averlo preventivato. Nulla può considerarsi fuori dal dominio di Genny. Ogni mossa, ogni morte, ogni progetto è ben ponderato in ogni suo particolare. Se il piano non va a buon fine, ecco che ce n’é subito pronto un altro che spesso coincide con la morte di qualcuno. Il nuovo Genny ha fame di potere e nulla può fermarlo!

  1. GENNY PIGLIA TUTTO

Se prima il problema erano solo le piazze di spaccio e con chi e a chi dividerle, adesso per Genny i giochi si fanno più seri. Lasciata la droga ed il resto a Patrizia e a Sangue Blu, Genny si è lanciato negli appalti. Vuole tutto. Vuole essere uno che ha saputo conquistare più del padre Pietro. Mira a realizzare aeroporti, a colonizzare territori e a fare affari anche oltre Napoli. Il nuovo Genny Savastano è un delinquente navigato e senza scrupoli che vuole incarnare la camorra che conta.

  1. DETESTA I PUZZLE

Non è stato difficile accorgersene. “M’ha stufato sto gioco!” ha detto, buttando la scatola piena di pezzi per l’aere. Genny è così: buono e caro, ma poco paziente se di mezzo non ci stanno soldi, affari e potere.

  1. LA CLEMENZA DI GENNY

Chi ha visto i quattro episodi lo sa: Genny al momento è stato molto clemente con Alberto, l’uomo che ha scelto come suo braccio destro. È una qualità che contraddistingue il nuovo Savastano. Prima un avvertimento con un pacco dono, dopo la richiesta di tacere. Però, ogni buon spettatore e amante della serie sa che la clemenza di Genny può essere spietata e sarebbe il caso che Alberto si rifugiasse su Marte.

  1. GENNY E L’INGLESE

Nel quarto episodio, per affari Genny si sposta a Londra. Parla sempre in italiano o in napoletano. Mai inglese, a meno che non lo facciano arrabbiare e lo portino a dire “Where is my gold!”.

  1. TOTAL BLACK

Il nero è il colore che predomina nell’abbigliamento di Genny Savastano. Più per mimetizzarsi, più per darsi un tono, più per creare il personaggio. Questo look rafforza l’idea di crudeltà e di malavita nonché dona mistero al piano che ha in mente Genny che, per molti, resta ancora all’oscuro.

Più andremo avanti e più scopriremo se è vero che Genny Savastano è degno erede di suo padre!