Conto alla rovescia per il Catania Book Festival 2021: ecco le date

Riparte finalmente il conto alla rovescia per il Catania Book Festival e la data scelta dall’organizzazione per l’annuncio è tutt’altro che scontata: il 25 marzo, ribattezzato ormai da tempo Dantedì e dedicato a Dante poiché in questa data, secondo gli studiosi, sarebbe iniziato il viaggio raccontato nella Divina Commedia.

“Questa data in questo preciso momento storico ha per noi un grande significato: anzitutto perché speriamo di lasciarci alle spalle questo momento storico e come Dante, di uscire “a riveder le stelle” il prima possibile.” -racconta il direttore, Simone Dei Pieri.

“Inoltre, come già annunciato lo scorso dicembre e come farà anche il Salone del Libro di Torino, abbiamo voluto dedicare il Catania Book Festival di quest’anno, nel Settecentenario della morte, a Dante Alighieri che tanto ha dato alla lingua e alla letteratura italiana.”

Fervono dunque i preparativi per il Festival del libro della cultura di Catania, che già lo scorso anno ha portato alle pendici dell’Etna un fitto calendario di artisti, autori e personaggi dello spettacolo in un evento che è stato capace di garantire la sicurezza dei partecipanti, rispettare le normative vigenti e far divertire i partecipanti.

Dal 21 al 23 maggio ci aspetta quindi l’edizione 2021 di un festival che è stato inserito all’interno dello studio Effettofestival / IPSOS 2020 sui festival italiani svoltisi nell’era COVID per le ottime misure di sicurezza messe in campo.

Quest’anno quindi tante sorprese, a cominciare dal CATANIA BOOK CLUB, il club dei lettori del festival che già da alcune settimane dà accesso gratuitamente a decine di incontri durante l’anno.

Peraltro, proprio in queste ore il Catania Book Festival è stato inserito tra i principali eventi italiani dedicati al libro e previsti nel calendario nazionale de Il Maggio dei Libri.

“Sarà un evento diverso dal solito, sia in termini di accoglienza sia in termini di partecipazione, perché preferiamo garantire l’accesso a un numero limitato di partecipanti, ma rispettando tutte le cautele del caso.

Come è avvenuto già lo scorso anno, siamo certi della comprensione di tutti anche se ci dispiace dover lasciare fuori qualcuno, ma si tratta di tutelare la salute dei partecipanti, che per noi è fondamentale.”  -ribadisce Dei Pieri.



redazione