Concept Design Festival

Concept Design Festival di Cosenza 2022: una scommessa vinta

Si è conclusa il 28 ottobre la prima edizione del Concept Design Festival di Cosenza; un evento culturale, espositivo e di ricerca, promosso e organizzato dalla Società Scientifica RiAgita, con la collaborazione di enti, istituzioni, aziende di settore, f inalizzato a dare voce e visibilità alle Arti contemporanee: Design, Architettura, Grafica, Illustrazione e Fotografia.

Inaugurato il 22 settembre presso la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone di Cosenza, città designata ad ospitare questa prima edizione, il Concept Design Festival si è animato di stimoli provenienti dal mondo del design, dell’architettura, della fotografia, della grafica, dell’illustrazione e di tanti momenti di incontro e dialogo anche con i professionisti del settore, inclusa una conferenza sul matrimonio lungo più di 800 anni tra la Cattedrale e la città.

Una prima edizione nata per stimolare percorsi d’innovazione di ricerca nel mondo del progetto e delle produzioni in Calabria e al Sud, che è stata accolta con calore, l’affetto e sentita partecipazione, testimoniata dai numeri: i visitatori totali sono stati ben 1994, (oltre a ben sei delegazioni di Scuole superiori della città e della provincia, per un totale di circa 600 studenti) lungo 37 giorni di festival e durante le decine di momenti di incontro, mostre, esposizioni, dialoghi e momenti di condivisioni.

Una scommessa vinta anche grazie al supporto di numerosi sponsor quali Viessmann, Gruppo Cesario, Serafino Mazzei, Confapi Calabria, Arte in Luce, Ferraro Rappresentanze, Arper, Amarelli, Concorzio Patate della Sila, Carlomagno-FCA, e i partecipanti con la messa a disposizione dei loro prodotti: Vitra, Molteni&C Dada, Egoitaliano, Flos, Foscarini, Nemo e Kiasmo.


Amate l’architettura, perchè l’Italia l’han fatta per metà Dio, per metà gli architettiGio Ponti

Il motore che ha dato origine a questa prima edizione è stata la celebre frase del grande architetto italiano Gio Ponti, con l’idea di realizzare a Cosenza “Il Salone di un altro mobile: arte, design, architettura, città”.

La scommessa lanciata dai curatori della rassegna, gli architetti Rosanna Algieri, Domenico De Rito e G. Pino Scaglione, docente dell’università di Trento, è stata quella di far ruotare la prima edizione intorno all’idea di Concept.
Un termine ampio e ibrido, che presuppone libertà di pensiero e l’incipit di un processo creativo senza limiti e preconcetti: in una terra, la Calabria, ricca di bellezze e potenzialità, il Festival è riuscito a far emergere e valorizzare le energie, opportunità, proposte, collaborazioni tra progetto e produzione, creazione e realizzazione, con uno sguardo attento allo sviluppo sostenibile.

Ecco perché “Il Salone di un altro mobile”, ovvero, una selezione di prodotti realmente ecologici, originali, con alte qualità estetiche e fatti per durare nel tempo. Il tema di questa edizione, non a caso, è stato proprio ‘Superecologic!’: una sfida a colpi green che ha coinvolto architetti, urbanisti, designer, artisti, e produttori, spaziando dall’artigiano all’impresa, dal muratore al costruttore.

Concept Design Festival

Tutti si sono messi in gioco per imparare entrare in una dimensione in cui la praticità delle soluzioni progettuali possano essere a portata di mano e davvero green perché realmente vicine all’abitare.

Il lancio del progetto SOUx a domicilio, Scuola di Architettura per bambini di Cosenza

Durante il Festival, si è avuta occasione di lanciare la sede di SOUx a domicilio – Scuola di Architettura per Bambini – di Cosenza, nata dell’esperienza formativa di Farm di Favara, centro culturale indipendente di nuova generazione con una forte attenzione all’arte contemporanea e all’innovazione.

Obiettivo di Riagita è costruire una collaborazione attiva tra la Farm di Favara e Cosenza, in sinergia con le altre numerose sedi italiane, per fare tesoro dell’innovazione e dell’esperienza che nella città siciliana ha trasformato una realtà urbana e sociale in crisi, in un fenomeno interessante, visitato e studiato da ogni parte del mondo. Grazie alla generosità di Arper, azienda leader complementi di arredo, tavoli e sedute, SOUx a domicilio, ha ricevuto in dono per l’occasione 50 sedute della serie Juno, per far accomodare gli architetti del futuro negli spazi della scuola di Cosenza.

Premio Concept | Sistema Design Calabria

In occasione della prima edizione del festival, è stato lanciato il Premio Concept. Si tratta di un riconoscimento di valore ad iniziative che si distingueranno per le loro soluzioni innovative, in grado di produrre cambiamenti nell’ambiente urbano, nel design, nella comunicazione, nell’arte.
Durante tutto l’anno, alcuni segnalatori in Calabria e al Sud, avranno il compito di intercettare e segnalare tali iniziative; coloro che entreranno nella rosa dei candidati, concorreranno al Premio Concept, il cui vincitore verrà svelato durante la prossima edizione 2023 del Festival.

Un percorso espositivo di mostre nella Galleria Nazionale di Palazzo Arnone

La mostra, nei suggestivi spazi di Palazzo Arnone, il cui allestimento è stato curato dall’architetto Rosanna Algieri, con la collaborazione di Valentina Mancini e la supervisione scientifica del prof. Scaglione, si è inaugurata il 22 settembre, con una discussione sulla necessità di un distretto del Design Ecologico a Cosenza. L’esposizione si è concentrata sull’intramontabile design dei Maestri Moderni e sulla nuova frontiera dei materiali riciclati e riciclabili.

Suddivisa in due parti, la prima parte della mostra ha ospitato “La natura radicale”, ovvero il lavoro artistico come impronta ecologica, degli artisti Adele Ceraudo, Donatella Pinocci, Flavio Tiberio Petricca, Giulio Telarico, Raha Vismeh, invitati alla rassegna per interpretare il tema del rapporto tra uomo, ambiente, natura.

A seguire, il percorso espositivo è stato animato da oggetti e prodotti di design dei Maestri, in grado di descrivere una possibile traiettoria dal mobile moderno ad oggi, per poi proseguire con altre installazioni pronte a far riflettere sul tema “Superecologic!”.

Eames Vitra Concept Design Festival

Gli architetti, i designer, i grafici, i fotografi, erano presenti attraverso il lavoro di Netti Architetti, Lina Malfona/MAP, Studio Gum, Aldo Presta, Valerio Aprigliano, Lanificio Leo, Studiocharlie, Cosebelle Festival, Luca Chistè, Marco Introini, Marika Greco, OVO Design, scelti secondo provenienza e origini mediterranee.

Un originale quaderno/catalogo “CALABRIA, fare Design con la bellezza, la natura, la tradizione” raccoglie i materiali della mostra, tra cui i primi tre anni di ricerche di Officina Calabria Design.

Non ci resta che aspettare l’edizione 2023 e scoprire cosa ci riserverà.

Stay tuned!



redazione