Sciuragram: le signore milanesi dettano legge in fatto di stile

In WEB by Erminia LoritoLeave a Comment

Spopola sul web il fenomeno Sciuragram, l’account Instagram dedicato alla moda delle signore milanesi che, nel giro di pochi mesi, ha raccolto oltre 70 mila seguaci. Il suo ideatore, uno studente lucano di 24 anni di biotecnologie, ha deciso espressamente di non rivelare nulla sulla sua identità all’infuori del nome, Angelo, dimostrando di non essere in alcun modo interessato a farsi pubblicità o a diventare famoso. A dimostrazione di ciò, egli stesso ha dichiarato come il tutto sia nato un po’ per gioco, un po’ per scherzo, anche grazie all’aiuto di un suo amico, con cui inizialmente aveva iniziato a scambiare dei semplici scatti ritraenti le sciure milanesi. Da lì si è innescato un meccanismo di attenta e precisa ricerca, quasi uno studio, il quale aveva come obiettivo principale quello di concentrarsi unicamente sullo stile inconfondibile e curato delle over sessanta.

Da qui alla creazione della pagina il passo, come potete immaginare, è stato breve. Scorrendo l’account è possibile infatti avere conferma del tema predominante della pagina, il quale rimane appunto la moda. Tutte le foto, scattate semplicemente con il cellulare e spesso all’insaputa delle protagoniste, non contengono alcuna traccia di fotoritocco, limitandosi a ritrarre i soggetti nelle pose e nei look tra i più svariati. Come è possibile notare dalle foto, d’inverno la pelliccia di visone è quasi un obbligo, con tanto di borsa leopardata, gioielli vistosi, scarpe con il tacchetto e capelli sempre perfetti, di qualsiasi taglio o colore essi siano. In estate invece le arzille signore indossano occhiali da sole stile anni 70 e tanti parei colorati.

Paparazzate prevalentemente nella zona dei Bastioni, via Solferino, Brera o al mercato di San Marco, le sciure sono solite passeggiare da sole o accompagnate dalle amiche o dai rispettivi mariti, tra negozi di un certo spessore e boutique di tutto rispetto, oppure nei pressi della fermata della metropolitana o all’uscita del supermercato. Ogni scatto è poi accompagnato da un’originale didascalia, esplicativa dell’immagine cui si riferisce, attraverso la quale l’autore ha avuto modo di sfoggiare tutto il suo humor.

Quanto al discorso sulla privacy, Angelo assicura di non aver mai ricevuto lamentele e che se dovessero esserci dei problemi sarà possibile contattarlo in privato per poi procedere all’eliminazione dell’eventuale foto ritenuta offensiva. L’enorme successo del suo lavoro è stato poi ulteriormente confermato non solo dai follower e da tutti coloro che hanno riconosciuto negli scatti nonne, zie e parenti ma soprattutto da alcune personalità di spicco del mondo della moda come Stefano Gabbana, Alessandro Dell’Acqua, il manager di Gucci e la stessa Chiara Ferragni che, a quanto pare, sembra molto entusiasta dell’iniziativa e non teme affatto l’ombra di un’ipotetica concorrenza.

About the Author
Erminia Lorito

Erminia Lorito

Facebook

Studio Giurisprudenza all’Università di Urbino. Adoro il diritto in tutte le sue sfaccettature ed ho un debole per la scrittura e per la lettura. Amo viaggiare e scoprire posti nuovi, anche se mi reputo profondamente legata alla mia terra, la Lucania.