billboard.com

Con Positions Ariana Grande lascia il pop per un R&B provocante

Con i tempi che corrono anche il mondo della musica ha dovuto adattarsi ridimensionando la sua natura da sempre festaiola e dinamica, proprio come Ariana Grande che con il suo nuovo album Positions ha stravolto la sua carriera e ci ha regalato qualcosa di incredibilmente diverso.

Il mondo dello spettacolo è attualmente in pausa, e con l’assenza di festival e concerti per poter ballare al ritmo dell’intramontabile pop, Ariana Grande ha rilasciato un album dalle tonalità più soft con una virata all’R&B e all’Urban/Trap con dei testi molto più maturi e spinti.

Insomma, ci troviamo di fronte ad una cantante più matura e coraggiosa che non ha paura di esprimere i suoi sentimenti e di entrare in acque musicali che non fanno parte del suo DNA artistico.

Sebbene Positions avesse lasciato pochi presagi di questa nuova direzione musicale, la possibilità di un album del genere non era del tutto da escludere; di fatti, la cantante di Thank U Next non è mai stata restia al nuovo, e soprattutto con il suo quarto album Sweetener aveva proposto dei sound differenti dal suo pop frizzante, destando all’epoca molte reazioni contrastanti che hanno messo Ariana sotto una nuova luce, più audace e intrepida.

Ma ora andiamo al sodo, vediamo di che pasta è fatto Positions!

youtube.com
  • shut up

Sapete che sembrate stupidi / Quindi è meglio che stiate zitti

È così che Ariana Grande dà inizio a questo album, mettendo a tacere tutte quelle persone che troppe volte le hanno lanciato cattiverie senza motivo. Ariana vuole positività e una voglia di vivere a modo suo senza curarsi delle critiche altrui. Bel testo però troppo ripetitivo!

  • 34+35

Il titolo parla da solo. 69 non è solo un risultato aritmetico, ma è anche simbolo di pura sessualità e voglia di divertimento, ed è ciò che vuole Ariana dal suo ragazzo per tutta la notte fino all’alba. Primo testo provocatorio che mostra un’Ariana più spinta e vogliosa di dimostrare un lato di sé più piccante. BOP promossa.

insider.com
  • motive ft. Doja Cat

La prima collaborazione dell’album vede Ariana collaborare con una delle hitmakers più forti del momento, Doja Cat. Le due mettono in dubbio le volontà dei loro partner e se questa sia talmente forte da poter passare al prossimo step. Nel corso dell’album scopriremo che questo step sarà ampiamente passato. Qui l’R&B incontra la dance ed il risultato è una delle tracce più ballabili del disco.

  • just like magic

Ariana elogia se stessa in una delle canzoni più belle dell’album, sia per via della base musicale sia per il testo, sicuramente uno dei più audaci e realistici. Presenti alcuni riferimenti al compianto ex Mac Miller.

Come per magia, sono attraente, ottengo tutto ciò che voglio perché lo attraggo

  • off the table ft. The Weeknd

Seconda collaborazione dell’album e seconda collaborazione fra Ariana e The Weeknd. La cantante si chiede se valga davvero la pena andare a fondo nella sua relazione e The Weekend, suo partner, la rassicura ricordandole che la aspetterà senza fretta.

Storyline interessante ma la canzone non ha lo stesso potenziale di altre tracce più forti.

  • six thirty

Ariana continua a dimostrare le preoccupazioni nella sua relazione, mettendo in dubbio la permanenza del suo partner nel suo futuro. Anche qui, il testo ha del potenziale ma la traccia sembra non partire mai.

  • safety net ft. Ty Dolla $ign

Una delle migliori tracce del disco, voci affiatate ed estremamente sensuali. Questa terza, ed ultima, collaborazione in versione digitale vede Ariana parlare al suo ragazzo delle paure che la assalgono ma non trova comprensione dall’altra parte. La cantante parla anche delle sue vecchie relazioni e di come l’abbiano ferita segnando la sua vita amorosa.

Non sono mai stata così spaventata, sentimenti che non ho mai sentito prima

  • my hair

Canzone dal doppio significato. Se da un lato Ariana parla apertamente della sua famosa coda di cavallo, e delle critiche e incertezze raccolte negli anni, la cantante ammette, con una certa nota erotica, come le piaccia farsi toccare i capelli dal suo ragazzo nei loro momenti più intimi e liberatori.

Negli ultimi secondi brillano i famosi acuti di Ariana che preparano l’ascoltatore alla prossima canzone, ma in generale la canzone è bocciata.

  • nasty

Arrivati a questo punto la tensione sensuale dell’album cresce a dismisura. Il bisogno di attenzioni di Ariana è sempre più evidente, e ci troviamo di fronte ad una 34+35 ancora più spinta.

Unica pecca la canzone che anche questa volta decolla difficilmente. Tuttavia, il testo la rende una possibile grower se trattata bene da Ariana & Co.

que.es
  • west side

Breve canzone che parla dell’attrazione fra i due ma anche dell’importanza di avere i propri spazi rispettando la privacy individuale. Sembra che Ariana stia prendendo una certa distanza dal partner, come se ancora non volesse concedersi al 100%.

Il risultato è BOH.

  • love language

Ariana inizia ad imparare i gesti che il suo partner usa per dimostrarle il suo amore. Traccia totalmente opposta a quella precedente, sia in quanto alla base musicale sia per il testo in sé, che dimostra il desiderio della cantante di avvicinarsi al suo fidanzato e abbattere le mura di incertezze e paure cha a volte costruisce.

Il sound è uno dei più attraenti dell’intero progetto.

  • positions

Title track, e lead single del progetto, in cui Ariana fa capire al suo ragazzo che dietro l’immagine da donna potente e industre c’è un lato più intimo che mostra la voglia di avere qualcuno accanto, e Ariana non se ne vergogna.

Uno dei primi singoli più forti della sua carriera che brilla sia per il testo sia per l’immagine mostrata da Ariana Grande: intraprendente ma bisognosa d’amore.

  • obvious

Una delle grower più forti dell’album, la canzone non parte al primo ascolto ma dopo un paio arriva il suo potenziale. La canzone è una dichiarazione d’amore aperta al suo partner, Ariana è finalmente pronta a dimostrare tutto il suo amore e niente glielo impedirà.

  • pov

Chiusura romantica per Positions, in cui Ariana racconta l’amore che riceve dal suo partner ed esprime il desiderio di poter ottenere il suo punto di vista per capire cosa significa essere così amati dal proprio fidanzato. Il titolo sfrutta le tendenze del momento, soprattutto di Tik Tok, e dà un finale meritato ad un album che ha esplorato la considerazione di un amore e la sua evoluzione.

Top 👍: safety net, motive, 34+35, just like magic

Flop 👎: my hair, six thirty

Voto: 8-/10



Marco Russano