Capsule caffè compatibili: cosa sono e come si usano

Le macchine per il caffè espresso sono ormai ampiamente diffuse, al punto da rappresentare una valida alternativa alla moka tradizionale. I ritmi di vita sempre più frenetici, infatti, spesso non lasciano tempo e modo per preparare una caffettiera ‘vecchio stile’ e, anche per questo, i dispositivi più moderni – che consentono di ottenere una dose singola di caffè in pochi istanti – si sono imposti sempre più, specie negli ultimi anni. Le caffettiere elettroattuate utilizzano delle monoporzioni di miscela, contenuta in una cialda o una capsula; queste ultime possono essere ‘originali’ o ‘compatibili’: vediamo di seguito cosa significa, quali sono le principali differenze tra i due prodotti e quali sono i vantaggi e gli svantaggi rispetto a quelli originali.

Cosa sono le capsule (e le cialde) compatibili

Nel settore della torrefazione del caffè operano sia grandi marchi che piccoli produttori. In genere, i primi sono in grado di realizzare non soltanto una linea completa di miscele di caffè ma completano il proprio catalogo con le macchine per il caffè espresso e le monoporzioni che vanno adoperate in esse. Pertanto, le cialde e le capsule prodotte dallo stesso marchio che realizza i macchinari per l’invasione della miscela sono definite ‘originali’ e, in quanto tali, possono essere utilizzate soltanto in abbinamento a quel particolare dispositivo. 

Di contro, le capsule compatibili sono prodotte da un’azienda diversa da quella che assembla la macchina. Ciò nonostante, grazie alle caratteristiche tecniche praticamente identiche (formato e dimensioni) possono essere adoperate anche in alcuni modelli di macchinari ‘originali’: la compatibilità viene riportata tra le specifiche del prodotto, ed è bene controllare con attenzione al momento dell’acquisto, poiché capsule (o cialde) non compatibili sono praticamente inutilizzabili nei modelli predisposti per prodotti diversi. La verifica della compatibilità delle monodosi di caffè è più facile da fare se si effettua un ordine di acquisto online, consultando gli shop online – come ad esempio www.outletcaffe.it – dei rivenditori specializzati in questo specifico settore merceologico. In alternativa, è possibile rivolgersi anche a negozi fisici che vendono prodotti e accessori per il caffè. 

Come si usano le capsule compatibili

I prodotti compatibili presentano le stesse modalità di utilizzo di quelli originali; vanno adoperati seguendo il medesimo procedimento, che può variare a seconda del tipo di monoporzione (capsula o cialda) e del modello di macchina per l’espresso. Naturalmente, capsule e cialde compatibili per essere utilizzabili devono presentare le stesse caratteristiche, in particolare avere il medesimo diametro (38 mm, 44 mm o 55 mm, in base alle specifiche del modello di macchina che si utilizza). In sostanza, pur essendo ‘compatibile’, una cialda da 44 mm è comunque inutilizzabile se la macchina è progettata per impiegare monodosi di miscela da 38 mm o da 55 mm. Questo è un altro degli aspetti da tenere in conto quando si sceglie il prodotto da acquistare, per evitare il rischio di ritrovarsi con decine (o centinaia) di cialde o capsule inservibili. 

Vantaggi e svantaggi delle capsule compatibili

Rispetto alle capsule ed alle cialde originali, quelle compatibili presentano alcuni vantaggi e alcuni svantaggi. Per quanto riguarda i primi, il principale è certamente la versatilità: uno stesso prodotto, infatti, può essere compatibile con più macchine e rappresentare quindi un’ottima alternativa alle monodosi originali, nel caso in cui non fosse possibile reperire queste ultime. Lo svantaggio, invece, è costituito da fatto che non esistono prodotti dalla compatibilità illimitata; in altre parole, le capsule e le cialde compatibili sono utilizzabili solo con una gamma limitata di macchinari: ciò vuol dire che non esiste una linea di prodotti universali, anche perché le monodosi di miscela possono avere almeno tre diametri differenti (il che implica un sistema meccanico diverso).



redazione