Bologna: luminarie in Via D’Azeglio, “sarà tre volte Natale” con Lucio Dalla

L’attesa per le feste di Natale e per l’anno nuovo inizia a diventare incontenibile. In particolare a Bologna, dove l’affetto per il famoso cantautore Lucio Dalla diventa il mezzo migliore per manifestare questa trepidazione. Dal primo giorno di dicembre, tra un acquisto e l’altro, è possibile passeggiare tra le note e le parole della canzone “L’anno che verrà” in Via D’Azeglio, dove per anni ha vissuto l’amato cantautore bolognese.

L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra i commercianti della via, la Fondazione Lucio Dalla e il patrocinio non oneroso del Comune di Bologna, che hanno commissionato all’artigiano napoletano Antonio Spiezia la realizzazione pratica del progetto. Sebbene ci sia stata qualche piccola svista grammaticale (prontamente corretta), l’installazione luminosa è diventata una vera e propria attrazione per i cittadini affezionati alla magica Bologna e al loro caro amico. Non solo parole ma anche suoni, perché dal tramonto si potrà ascoltare la musica di Dalla risuonare per le vie del centro. Insomma, una full immersion nello spirito natalizio in pieno stile bolognese.

È chiaro che quella di Lucio Dalla resta ancora una presenza forte e sentita nel cuore dei bolognesi di nascita e anche di quelli acquisiti. Nato il 4 marzo 1943 (titolo di una delle sue canzoni più celebri), il cantautore ha segnato più di quarant’anni di musica, riuscendo ad arrivare anche al cuore delle generazioni più giovani.

Se per i più intellettuali il puro piacere visivo e uditivo dati dall’atmosfera non dovessero bastare, si può anche riflettere sulla motivazione che si cela dietro la scelta di questa canzone. Sono tanti i testi di Lucio Dalla che ci affascinano, ma probabilmente le parole in “L’anno che verrà” sono proprio quelle che servono alla società di oggi.

Si tratta di un messaggio di speranza in mezzo a una civiltà triste e chiusa in se stessa. La speranza è quella di vivere un anno grandioso, di trasformazione, dove ci sarà spazio per un pieno amore. Il desiderio che sia “tre volte Natale e festa tutto il giorno”, proprio come in una favola, e di apprezzare l’importanza di vivere ogni singolo istante.

Altre storie
I Camillas: la nuova band delle Avanguardie del nostro secolo