Apple: presentazioni tra stupore ed innovazione di prezzo

In TECH by Paride RossiLeave a Comment

Quella appena passata è stata la settimana dell’annuncio dei nuovi prodotti Apple ed i fan della mela hanno reagito nelle maniere più disparate.

In primis, Apple ha svelato al pubblico, nella cornice del nuovissimo Steve Jobs Theater, i suoi due nuovi modelli: l’iPhone 11 ed il Pro.

L’iPhone 11 Pro è stato presentato nella versione standard e nella versione max (il top del top, per intenderci).

Caratterizzati da nessun significativo passo avanti tecnico, si distinguono per una fotocamera ad apertura tripla, simili ad un noto personaggio Disney.

La reazione riguardo ai nuovi modelli è stata di completa indifferenza, con un pizzico di delusione, visti i pochi accorgimenti applicati.

Ciò che però ha stupito è stata la politica di prezzo. Da un lato, con l’iPhone 11 Pro Max da 512 GB si è raggiunto il prezzo massimo di sempre per uno smartphone (1589 euro),

Dall’altro, invece, l’IPhone 11 ha un prezzo inferiore al predecessore Xr, con una differenza di 50 euro per i modelli base da 64 GB.

Apple ha operato questa scelta in controtendenza con le sue decennali politiche, praticando di fatto l’ennesima innovazione.

La scelta di tale ribasso, in controtendenza con il passato, può dipendere dall’aver osservato che gli utenti Apple preferiscono sempre il modello più conveniente a cavallo tra due anni.

Tuttavia, un altro possibile motivo potrebbe essere La scelta può essere motivata da un calo dei ricavi dal comparto telefonico, diminuiti del 17% rispetto al passato lo scorso anno.

Inoltre, potrebbe esserci anche la volontà di uniformarsi alle rivali, ormai non costituire solamente da Samsung, sempre alla ricerca di soluzioni ottimali per mettere in difficoltà il gigante di Cupertino.

La mancanza di nuove idee potrebbe dipendere dalla scarsezza di progetti targati Steve Jobs? Chi lo sa.

Oltre gli iPhone: iPad, Apple Watch e servizi

Riguardo all’iPad, Apple ha presentato il nuovo modello, di settima generazione, con un display Retina da 10,2 pollici ed un processore A10 Fusion, che sarà disponibile dal 30 Settembre con prezzo base pari a 389 euro.

Presentato anche l’Apple Watch Series 5, con moltissime nuove funzionalità, ad un prezzo base pari di 459 euro, somma maggiore rispetto a quella dell’iPad, particolare interessante.

Una parte della presentazione è stata dedicata anche ai nuovi servizi Apple, come Apple Tv e Apple Arcade.

Apple Tv, la nuova piattaforma digitale della mela che vuole fare concorrenza a Netflix, avrà un costo di 4,99 euro al mese e sarà disponibile dal 1° Novembre.

Chiunque acquisterà un dispositivo Apple avrà incluso un anno di abbonamento, una mossa per aprire all’utilizzo della piattaforma, ancora povera di contenuti originali di livello.

Apple Arcade, invece, è una piattaforma digitale videoludica, che ha visto la presentazione di due giochi in completa esclusiva: Frogger (Konami) e Shinsekai the Depths (Capcom).

Insomma, ora non resta che aspettarci le ormai famose file fuori dai negozi per contendersi i nuovi prodotti Apple, ormai adorati quasi fossero i nuovi oggetti sacri del presente.