Apocalisse zombie: i morti viventi sono già tra noi?

In #Instaworld by redazioneLeave a Comment

Hai presente quando stai guardando un film o una serie tv sull’apocalisse zombie e all’inizio c’è sempre il tizio che muore perchè vede avvicinarsi un morto vivente che mastica un intestino, ma non capisce che è uno zombie e viene mangiato vivo?

 E’ forse questo quello che sta capitando negli ultimi anni ad alcuni sventurati cittadini degli Stati Uniti?

Stiamo vivendo l’inizio di un’apocalisse zombie?

Ok Lilith, frena. Come un’apocalisse zombi? 

Beh, leggendo alcune notizie degli ultimi anni il dubbio viene. Ma andiamo per gradi.

Nella storia sono esistiti numerosi serial killer, ad esempio l’adolescente cannibale Austin Harrouf, che ha attaccato e ucciso una coppia, mangiando poi la faccia di una delle due vittime. La polizia ha tentato di fermarlo ma varie scosse con un taser non sono bastate a fare allontanare il ragazzo e ci sono voluti 4 poliziotti e un cane.

Nel 2014 un altro uomo,nudo, ha attaccato un ragazzo di 18 anni e un ex poliziotto. Dopo avere attaccato il poliziotto in pensione, l’uomo ha attaccato il ragazzo, cercando di mangiargli la faccia. Il ragazzo è riuscito a difendersi con un taglierino, ma ha subito gravissime ferite. Anche in questo caso la polizia racconta che l’uomo sembrava avere una forza sovrumana e il taser non gli faceva effetto. La polizia ha dovuto sparagli e l’uomo è morto in ospedale.

Nel 2012 invece, un uomo che stava andando a un festival si è fermato lungo il tragitto, spogliandosi completamente e attaccando un senzatetto, mangiandogli la faccia e rendendolo cieco. Anche qui la polizia ha avuto enormi difficoltà a far staccare l’uomo dalla sua “preda”, tanto da non avere avuto altra opzione che quella di sparargli, uccidendolo.

Krokodile, flakka e sali da bagno

L’ipotesi più accreditata per questi attacchi è quella che i cannibali avessero assunto, prima dell’attacco, alcune sostanze quali krokodile, flakka (sali da bagno). Questi sono i nomi di alcune droghe i cui effetti sarebbero devastanti.

Chi assume la flakka (chiamata anche sali da bagno) presenta allucinazioni, delirio, una forza sovrumana e un’alta tolleranza al dolore oltre che a comportamenti deliranti e cannibali. Questa è una nuova anfetamina sintetica elaborata in Cina e può essere acquistata per pochi dollari.

Il krokodile è invece un derivato della codeina mischiato con benzina o solvente. I suoi effetti includono delle macchie nere sulla pelle, causate dalla decomposizione della stessa, che possono portare all’amputazione degli arti.

Per quanto questi sintomi siano molto simili ai comportamenti tenuti dai cannibali precedentemente menzionati, le analisi effettuate non hanno riscontrato tracce di droga nei loro corpi. 

Questo significa che quando hanno deciso di attaccare e mangiare una persona, l’hanno fatto da lucidi.

Devo menzionare però che effettivamente queste e altre droghe causano in chi le assume dei comportamenti “da zombie”, basta guardare questo video, girato il luglio scorso, in cui alcune persone che hanno assunto la droga “k2” si comportano come zombie.

Sono forse degli esperimenti del governo per creare un’orda di morti viventi?

Malattie mentali

Scartata l’ipotesi delle droghe, quella seguente è quella della malattia mentale. I soggetti però non hanno mai mostrato sintomi di schizofrenia o psicopatia nella loro vita, se non pochi momenti prima dell’attacco.

I casi sono molti e pensare che siano tutti frutto di malattie mentali improvvise mai diagnosticate non sembra un’ipotesi verosimile.

Ma cosa sta causando, allora, questi attacchi cannibali?

Apocalisse zombie

I più pessimisti a questo punto non possono fare altro che pensare a un’imminente apocalisse zombie. E se questi attacchi fossero causati da un virus sconosciuto? E se questo virus si stesse propagando esponenzialmente fra gli esseri umani?

Forse i governi ne sono addirittura al corrente, ma non divulgano informazioni per evitare il panico di massa. Forse è per questo che vogliono far passare questi attacchi come atti commessi da drogati o lunatici.

Forse le vittime di questi soggetti sono il classico tizio all’inizio di un film che non sa di trovarsi di fronte a uno zombi. 

E se dovesse capitare a te? Sei pronto per l’apocalisse zombie?