Promozioni e retrocessioni nella Nations League

Tommaso Pirovano

In SPORT / Tommaso Pirovano / Comments

La prima fase della Nations League si è appena conclusa riservando non poche sorprese, ecco un veloce quadro riepilogativo delle promozioni e retrocessioni.

Lega A

Gruppo 1

Il primo gruppo ha riservato grandi sorprese: la Germania è stata retrocessa, mentre al primo posto si è classificata l’Olanda. Nell’ultima partita del girone, l’Olanda con il pareggio raggiunto nel recupero, ha raggiunto a quota 7 punti i campioni del Mondo, ma gli scontri diretti premiano gli Orange che si sono guadagnati l’accesso alla fase finale del torneo eliminando sia i campioni del Mondo che la Germania.

Olanda 7

Francia 7

Germania 2

Gruppo 2

Gruppo quasi a senso unico, che sulla carta vedeva favoriti i Diavoli Rossi. Complice le prestazioni negative dell’Islanda (zero punti conquistati) il posto per la fase finale se lo sono giocati Svizzera e Belgio. Fino all’ultima giornata il Belgio ha occupato il primo posto del girone. Dopo i primi due gol del Belgio, nell’ultimo scontro diretto, la pratica sembrava già chiusa, ma il clamoroso 5-2 finale a favore degli Svizzeri, ha ribaltato la situazione, qualificando gli Elvetici alla fase finale della competizione.

Svizzera 9

Belgio 9

Islanda 0

Gruppo 3

Classifica già decisa dopo Italia vs Portogallo. Il pareggio di San Siro ha qualificato i campioni d’Europa alla fase finale, mentre dopo un Mondiale deludente continua il periodo negativo della nazionale polacca, che finendo all’ultimo posto del girone è stata retrocessa alla Lega B. L’Italia, pur non brillando particolarmente, rimane nella lega A.

Portogallo 8

Italia 5

Polonia 2

Gruppo 4

Doveva essere il gruppo più combattuto è così è stato, con tutte le squadre che potevano ambire alla fase finale fino all’ultima partita. La Croazia perdendo 2-1 contro l’Inghilterra è stata retrocessa mentre la squadra inglese, con questo risultato, si è qualificata alla fase finale della Nations League. Le Furie Rosse terminando in seconda posizione, mantengono la categoria.

Inghilterra 7

Spagna 6

Croazia 4

Fase Finale

Portogallo, Inghilterra, Svizzera e Olanda si giocheranno il titolo a giugno 2019. Lunedì 3 dicembre 2018, a Dublino, ci saranno i sorteggi per l’accoppiamento delle squadre per le semifinali (5-6 giugno). Il 9 giugno 2019 si disputerà la finale della prima UEFA Nations League.

Lega B

Gruppo 1

È stato dominato dall’Ucraina, che viene promossa alla Lega A, mentre la Slovacchia viene retrocessa nella Lega C, la Repubblica Ceca, vincendo l’ultima partita con la Slovacchia, resta nella seconda divisione.

Ucraina 9

Repubblica Ceca 6

Slovacchia 3

 

Gruppo 2

La Svezia, dopo una prima parte di girone sottotono (sconfitta contro la Turchia e pareggio con la Russia) è riuscita a riscattarsi vincendo l’ultima partita con la Russia (2-0) qualificandosi così per la Lega A, grazie agli scontri diretti. La Turchia, con solo una vittoria, viene retrocessa.

Svezia 7

Russia 7

Turchia 3

Gruppo 3

Il primo posto si è rivelato una questione solamente tra Bosnia ed Erzegovina e Austria. La nazionale dei Balcani ha prevalso, terminando il girone da imbattuta. Terminando a zero punti, l’Irlanda del Nord retrocede nella Lega C.

Bosnia ed Erzegovina 10

Austria 7

Irlanda del Nord 0

Gruppo 4

La squadra danese ha confermato il suo ottimo momento di forma post-mondiale,  guadagnandosi la qualificazione alla Lega A. L’Irlanda, pur avendo pareggiato con la capolista del girone, viene retrocessa mentre il Galles è riuscito a conservare un posto nella Lega B.

Danimarca 8

Galles 6

Repubblica d’Irlanda 2

Lega C

Gruppo 1

Il girone si è concluso senza pareggi. L’ultima partita tra Scozia e Israele (3-2) ha decretato la promozione degli Scozzesi, mentre l’Albania dopo la vittoria all’esordio non è riuscita a conquistare altri punti terminando all’ultimo posto del girone.

Scozia 9

Israele 6

Albania 3

 

Gruppo 2

Uno dei gruppi più equilibrati, sia dal punto di vista dei risultati sia per i punteggi. La squadra scandinava conferma l’ottimo momento di forma di tutto il movimento calcistico della regione e come la Norvegia si qualifica per la lega successiva. Estonia viene retrocessa, mentre Ungheria e Grecia mantengono la terza divisione.

Finlandia 12

Ungheria 10

Grecia 9

Estonia 4

Gruppo 3

La Norvegia vince il girone, mentre la Bulgaria arriva seconda. Cipro, un po’ a sorpresa, mantiene la categoria mentre la Slovenia viene retrocessa.

Norvegia 13

Bulgaria 11

Cipro 5

Slovenia 3

Gruppo 4

La Lituania si mostra l’anello debole del girone terminando a zero punti e venendo quindi retrocessa. La Serbia, prevalendo su Romania e Montenegro, ha guadagnato la promozione alla Lega B.

Serbia 14

Romania 12

Montenegro 7

Lituania 0

Lega D

Gruppo 1

Girone dominato senza difficoltà dalla Georgia, che si è guadagnata la promozione terminando il girone da imbattuta. Anche i punti ottenuti mostrano come sia stata nettamente superiore a Kazakistan, Lettonia e Andorra.

Georgia 16

Kazakistan 6

Lettonia 4

Andorra 4

Gruppo 2

Girone diviso in due: Bielorussia, Lussemburgo e Moldavia hanno fatto percorsi nettamente migliori di San Marino che non ha pareggiato nemmeno una partita. La Bielorussia viene promossa alla Lega C

Bielorussia 14

Lussemburgo 10

Moldavia 9

San Marino 0

Gruppo 3

Il Kosovo è stato sempre in controllo del girone, e a sorpresa, è il miglior attacco del torneo (anche se con un maggior numero di partite giocate e avversari non di primo livello). Malta, Isole Faroe, Azerbaigian rimangono nella Lega D.

Kosovo 14

Azerbaigian 9

Isole Faroe 5

Malta 3

Gruppo 4

Gruppo dominato dalla Macedonia che termina il girone senza nessun pareggio ma con una sconfitta. Al secondo posto l’Armenia, unica squadra che è riuscita a battere la Macedonia (4-0), mentre Gibilterra e Liechtenstein non sono mai riusciti a impensierire veramente le prime due classificate.

ERJ Macedonia 15

Armenia 10

Gibilterra 6

Liechtenstein 4