Philosophy SS22: il romanticismo country degli anni 70

Philosophy di Lorenzo Serafini e la moda anni settanta per la SS22.

Il sabato milanese della settimana della moda continua, e anche se ne parliamo solo oggi che è domenica, non vuol dire che fosse di serie B. Philosophy di Lorenzo Serafini stupisce ancora una volta con la sua moda pret a porter pronta da indossare. Linee pulite, zero eccessi, styling curato e location… usuale. Se l’altra volta ci aveva stupito con la sua personale interpretazione dell’impressionismo, questa stagione il tutto è tornato alla normalità e su di una passerella.

Aria di cambiamento? Si e no. Avete visto la fashion week quest’anno? La location era il punto nevralgico della Milano modaiola degli anni 90: lo spazio Krizia ha ospitato Lorenzo Serafini.

I trend emersi da Philosophy SS22

Le lunghe frange e il tessuto di pizzo finemente lavorato sono le regine indiscusse di questa collezione. Gli anni settanta si scontrano con la moda del 2022 e diventano ancora più leggeri e fluttuanti. La vita di gonne e pantaloni si abbassa per scoprire ombelico e fianchi. Gonne e vestiti diventano aderenti, quasi una seconda pelle  si allungano fino a diventare midì. I volant di pizzo e tessutoincorriciano alla perfezione maniche, boleri e top di vestiti micro, inguinali e super in philosophy mood. Le giacche e gli accessori diventano country. Si, questa primavera estate è romanticismo con un tocco di country chic degli anni settanta con le linee dei novanta, sempre rigorosamente in stile Phiosophy.

La pelle, il camoscio e le frange ricoprono solo i capi spalla dal taglio over e maschile, ma anche accessori come cappelli a tesa larga morbidi e boot da mandriano con inserti animalier.

Insomma se amate gli anni 70 (e anche le linee dei 90) adorerete questa e molte altre sfilate. Nulla di eccessivo o eccessivamente innovativo. La moda di Lorenzo Serafini è fatta per le donne che vogliono vestire il suo stile dalla mattina alla sera, in ogni occasione sentendosi sempre se stesse e libere di essere chic senza ostentazione e con garbo.



Silvia Menon