Orrore in Siberia: cannibale uccide la nipote di due anni e la cucina al forno

Spesso ci capita di condividere con voi notizie che hanno dell’assurdo, al punto tale che a primo impatto si pensi siano fake news. Purtroppo non è questo il caso, sebbene ci piacerebbe molto lo fosse.
Il fatto di cronaca risale al 2013 e riguarda una storia di orrore disumano svoltasi in Siberia. Ci troviamo in un piccolo villaggio della Transbaikalia, dove un uomo di 34 anni ha ucciso la nipotina di 2 anni con un colpo in testa. La cosa ancora più sconvolgente è che l’uomo l’ha fatta a pezzi e l’ha cucinata nel forno. Un caso di cannibalismo atroce che lascia tutti senza parole.

A dare l’allarme è stata proprio la madre della piccola e della sorella dell’uomo che al rientro non trovavano la piccola da nessuna parte, fino alla macabra scoperta in cucina: Sono state ritrovate alcune parti del corpo dentro in forno e sul tavolo. L’uomo arrestato ha confessato tutto alla polizia affermando di aver ucciso la piccola con un colpo alla testa.



redazione