AUCKLAND, NEW ZEALAND - DECEMBER 19: Emirates Team New Zealand against Luna Rossa Prada Pirelli Team during the final race in the PRADA America's Cup World Series on Auckland Harbour on December 19, 2020 in Auckland, New Zealand. (Photo by Phil Walter/Getty Images)

Luna Rossa eclissa Ineos e vince la Prada Cup

E’ la terza volta che l’Italia vince la Prada Cup/Louis Vuitton Cup. In passato ci erano riusciti solo il Moro di Venezia nel 1992 e Luna Rossa nel 2000. Questa notte, ad Auckland, in Nuova Zelanda, si sono tenute le ultime due regate che separavano il Team Prada Pirelli dalla tanto agognata Coppa America. Vedere che i nostri ragazzi ce l’avevano fatta è stato il miglior buon giorno che si potesse chiedere. Ineos chiude con 56 ” di ritardo. 7 a 1 per Luna rossa.

 Una vittoria nettissima quella di Luna Rossa. Nonostante una partenza vinta da Ineos, con tanto di penalità al Team Prada Pirelli per partenza anticipata. Ma  il sorpasso nella prima bolina ha portato i nostri ragazzi verso la fuga dai britannici.

Le uniche lacrime, sono quelle di gioia!

Prima della finale della Prada Cup i media inglesi hanno più volte sostenuto che il team di Prada Pirelli se ne sarebbe tornato in Italia tra le lacrime. Ovviamente non intendevano quelle di gioia. Probabilmente pensavano di “affondarci”. Ma così non è stato. Max Sirena ed i suoi ragazzi hanno lavorato a testa bassa ad ogni allenamento ed ad ogni regata. Hanno lasciato le voci, i rumors, la pochissima sportività agli altri. Hanno risposto con i fatti, portando a causa il risultato. Quello più importante: la finale della Coppa America. I 626 metri di vantaggio con cui Luna Rossa Prada Pirelli ha tagliato il traguardo hanno detto tutto quello che era non era stato detto alla stampa nei giorni precedenti. L’immagine della coppa della Prada Cup alzata in aria da Max Sirena ha raccontato tutta un’altra storia rispetto a quella che il team Britannia si immaginava.

“Complimenti Luna Rossa, complimenti Italia, a Bruni, Spithill e tutto il team. Avete regatato molto bene. Noi siamo delusi, ma torneremo e ci rivedremo. Ci siamo impegnati per avere delle performance al top. Per lui (Jim Ratcliffe, il boss di Ineos, ndr) non è solo un investimento economico, per questo lo ringrazio tantissimo“, sono le prime dichiarazioni a caldo dello skipper e timoniere inglese di Ineos, Sir Ben Ainslie ai microfoni della stampa dopo la schiacciante vittoria del team italiano.

Una notte meravigliosa, quella vissuta grazie al Team di Prada Pirelli, ma non è finita qui. La vittoria di oggi segna solo l’inizio. Come ha dichiarato Max Sirena oggi si festeggia con lo Champagne, ma da domani si torna in acqua ad allenarci. Questa volta l’Italia sembra voler portare a casa la coppa più ambita, quella dell’Amercan’s Cup. Lo scontro con il Team di New Zeland sarà tutto fuorché semplice, ma noi ci crediamo, tantissimo.

Grazie a tutto il Team di Luna Rossa per averci regalato quest’emozione grandissima in un periodo così difficile per tutti. Grazie Ragazzi, buon vento!



Sharon Santarelli