La birra realizzata in base al DNA

Il Meantime Brewery, un birrificio londinese ha ideato una particolare birra “personalizzabile” in base al proprio DNA ovvero ai gusti personali di ogni persona.

Ciaran Giblin, l’ideatore di questa bevanda, è stato il primo a provarla e insieme ad un’azienda di analisi genetica ne ha perfezionato la ricetta.

Ma come viene prodotta la birra? Con la saliva di ogni consumatore poichè si può ricavare il gene “TAS2R38″ che indica se una persona è incline a consumare cibi dolci o salati.

Dopo tanti test, il cliente incontra il produttore ed insieme stabiliscono gli ingredienti da impiegare nella birra personale. L’unico inconveniente? Il suo costo eccessivo: ben 26.000 per 12 ettolitri ovvero 2.000 boccali.

Nel caso in cui volete maggiori quantità, vengono anche venduti i fusti di birra utili per far assaggiare la bevanda a parenti o amici. In quest’ultimo caso, l’utente può scegliere perfino l’etichetta e il nome da attribuire alla propria bevanda a malto d’orzo.



redazione