Il castello delle favole esiste veramente ed è in Germania

In #Instaworld, #Travel, MONDO by Sharon SantarelliLeave a Comment

Il castello di Neuschwanstein, nel sud della Germania, a confine con l’Austria, è forse il castello  più famoso al mondo. E’ quello di Cenerentola, delle fiabe della “nanna”, ma soprattutto è il castello che ha ispirato il logo della Disney. 

Decisamente meno famoso come “castello di Fussen”  domina dall’alto  dei suoi 965 metri, l’omonima e caratteristica cittadina bavarese, che merita sicuramente una visita.

Costruito intorno al 1869 per volere di Ludwig II, fu realizzato dallo scenografo Christian Jank. Il re delle favole decise di costruirlo dopo una visita alla fortezza di Wartburg, in Turingia, nella Germania centrale. L’intento era quello di realizzare un vero e proprio castello da fiaba. Il re utilizzò le sue risorse, senza intaccare quelle statali. L’uomo amava rimanere isolato dal mondo e questo luogo era  per lui un rifugio perfetto. Nel 1886, dopo la sua scomparsa  fu aperto al pubblico, desideroso di visitare quello che veniva decantato come un progetto fantasioso.

E’ fra i castelli e le fortezze più visitati in Europa: circa 1,4 milioni di visitatori all’anno, di cui 6000 al giorno solo in estate.  Dalla sua apertura al pubblico è stato visitato da 60 milioni di persone ed  è stato proposto per le sette meraviglie del mondo moderno.

Walt Disney ne  rimase  affascinato dal castello e pretese che fosse utilizzato come modello per il castello della bella addormentata nel bosco, degli anni ’50. L’amore non terminò lì ed il castello di Neuschwanstein è stato inserito nel logo stesso della Walt Disney Company.

All’interno della struttura si può ammirare la sala del trono in stile bizantino, con  pavimento in mosaico e dalla suggestiva scalinata in marmo di Carrara. Alle pareti i dipinti di Hauschild, mentre a cattura l’attenzione del visitatore un grande e sfarzoso candelabro in ottone con 96 candele. La sala da pranzo contiene  dipinti raffiguranti scene della gara dei cantori di Wartburg, che  ha ispirato Wagner per alcune delle sue opere. E’ da ricordare che il re era un suo ammiratore e dedicò a lui la costruzione del castello.

Tra le particolarità non è da dimenticare una finta grotta, con tanto di stalattiti e stalagmiti,  collegamento tra il giardino ed il soggiorno reale.

Dal pittoresco Marienbrucke, il ponte di Maria, sospeso sulla gola di Pollath, si gode una vista magnifica della struttura, la migliore possibile.

Visitare il castello è semplicissimo. Con l’auto, basta imboccare le strade veloci A95, A96 o B17 per giungere a destinazione in 75 minuti. Si può inoltre utilizzare l’autobus dall’autostazione di Monaco, oppure il treno con fermata alla stazione di Fussen dove è attivo un servizio navetta in bus o in carrozza.

Per prenotare o consultare possibili offerte : hohenschwangau.de.