Fiction italiane: dopo il successo di Doc, ecco le serie più avvincenti

Le fiction italiane sono amate, avvincenti, oppure non sono per niente seguite.

E’ probabile che il motivo del distacco sia  dovuto alla presenza di nuove piattaforme streaming come Netflix, Amazon Prime video e Disney+.

I contenuti che offrono sono originali e di tendenza, ma se vogliamo guardare da più vicino, anche le fiction avvolte considerate banali o tradizionali, in realtà possono dare spazio a trame nuove e autentiche.

Infatti, tra le fiction recenti di maggior successo, c’è stato Doc-nelle tue mani con i protagonisti Luca Argentero e Matilde Gioli. La serie ha raggiunto un esito positivo, non solo da parte del pubblico, ma anche a livello internazionale.

Ci sono vari motivi per il quale una serie e/o un film possa piacere ed ottenere successo! In primo luogo è rilevante la bravura del cast degli attori.

Successivamente sono di carattere distintivo la storia ed anche la scenografia, poiché il posto in cui viene ambientata la serie fa sì che lo spettatore si possa immedesimare ed entrare il più possibile all’interno della narrazione, esso viene avvolto dalle bellezze della città, con tutti i suoi particolari che la circondano.

Oltre a Doc, altre fiction italiane che hanno ottenuto un grande interesse sono state:

  • Il commissario Ricciardi, una nuova serie diretta da Alessandro D’Alatri. Il protagonista è Lino Guanciale.

L’attore ricopre il ruolo dell’affascinante e misterioso commissario di polizia Ricciardi. Egli ha la capacità di conoscere i pensieri e vedere gli ultimi istanti delle vittime di morte violenta.

La fiction è ambientata nella Napoli degli anni ’30, ed è tratta dalla saga dei romanzi di Maurizio De Giovanni.

Il Commissario Ricciardi è un personaggio a tutto tondo, con le sue manie, un atteggiamento malinconico ed una misteriosa vita privata.

Inoltre, attraverso la fotografia e gli effetti speciali di ultima generazione, la serie ci proietta in un mondo diverso rispetto a quello in cui viviamo, ma lo spettatore è ben inserito nell’atmosfera dell’Italia fascista.

La serie, divisa in sei puntate, narra vicende difficili, addirittura drammatiche, caratterizzandosi in  una minuziosa ricerca delle ambientazioni, degli abiti, delle acconciature e delle atmosfere. Ogni mimino dettaglio, sembra dare risalto alle scene.

Il risultato ottenuto sin da subito, ha raggiunto quasi sette milioni di telespettatori.

  • Mina Settembre, diretta da Tiziana Aristarco. La protagonista è Serena Rossi nel ruolo di un assistente sociale napoletana.

Mina (Serena Rossi) donna semplice e di buon cuore. Lei è sempre pronta a gestire le situazioni più complesse, mettendo gli altri al primo posto.

La storia è tratta, anche in questa fiction, dai romanzi di Maurizio De Giovanni.

La forza che ha dimostrato la protagonista all’interno delle vicende, puntata dopo puntata, sembrano essere riconosciute anche nel quotidiano, cercando di colpire ed entrare nell’animo del pubblico mediante argomenti discutibili.

Mina crede nei principi, ma è comprensiva, vuole risolvere i problemi. La condivisione attira le spettatrici. Il successo si deve all’accoglienza ricevuta dal pubblico, una femminilità contemporanea ed anche giovanile.

Nel cast della serie ci sono anche Marina Confalone, Giorgio Pasotti e Giuseppe Zeno, ed è stata confermata la seconda stagione.

Ultima serie, ma non meno importante uscita nel 2016.

  • I Medici, la famosa saga della celebre famiglia del Rinascimento italiano, divisa in 3 stagioni su Raiuno.

Un progetto idealizzato da Rai Fiction e Lux Vide. I Medici fanno sfarzo di grandi scenografie, di riprese e di costumi d’epoca ricreati alla perfezione. Un successo da otto milioni di telespettatori al debutto.

Ambientata a Firenze, città d’arte, le serie presenta un ricco cast di attori americani, come Dustin Hoffman, Richard Madden, ma anche con la partecipazione di grandi attori italiani, Raoul Bova, Alessandro Preziosi e Alessandra Mastronardi.

Una serie che ha sicuramente tanto da offrire, a partire dalla scelta del cast, le bellezze delle ambientazioni curate negli scorci della bella Toscana, i costumi e poi il fascino della lotta per il potere, gli intrighi, l’eterna lotta tra bene e male, la sete di vendetta, l’amore, l’uomo e le sue debolezze.

La fiction ha persuaso lo spettatore mostrando un’epoca di grande fascino, dal punto di vista culturale e artistico.

Inoltre, ci sono fiction di vario genere, in questo caso, abbiamo citato solo quelle più riflessive ed emotive, ma anche con un aspetto conoscitivo.

I canali Rai offrono una moltitudine di generi, poiché il palinsesto si distingue tra generi dedicati alla famiglia, come Che dio ci aiuti, Un medico in famiglia, Tutto può succedere.

Le fiction hanno fatto la storia della televisione, prima che subentrassero le nuove piattaforme, potremmo dire che siamo cresciti con la loro compagnia, infatti dietro ad un duro lavoro, il risultato può anche essere migliore di quello che sembra. Grazie la piattaforma Raiplay anche le serie italiane possono essere riviste e seguite in streaming.

 

 

 

 

 



Roberta Guadalupi