Chiara Carcano, da web influencer a donna di spettacolo

Victor Venturelli

In #Lifestyle / Victor Venturelli / Comments

Quando si parla di realtà social e di community online tutti ci sentiamo chiamati in causa; oggi più che mai siamo di fronte ad un sempre maggiore utilizzo di social network, capaci di condizionare il nostro vissuto quotidiano. Tutti prendiamo parte a questa tendenza dell’apparire e “del farsi vedere”, chi in cerca di maggiore visibilità, chi per dare voce alla propria arte, chi per sentirsi partecipe di una collettività, chi invece solo per passatempo.

In questo modo sono nati i primi blogger, i primi veri youtuber capaci di guadagnare sfruttando gli innumerevoli followers e sorprendenti visualizzazioni, c’è chi ha deciso di mettere la propria vita al servizio di un meccanismo che non si preoccupa spesso e volentieri dei contenuti ma della forma di ciò che si vede e si mette in mostra. E’ proprio questo il confine labile a cui ci hanno portato i nuovi strumenti di comunicazione, quello tra finzione e realtà, quello tra l’essere veramente e l’apparire.

Una generazione, quella odierna, che è diventata cuore pulsante di questa evoluzione della comunicazione. Sono pochi quelli che riescono effettivamente ad affermarsi tramite i social (da Instagram a Facebook, da Twitter a Snapchat) e spesso coloro che “seguiamo” non rispecchiano effettivamente ciò che sono in realtà.

Noi di SocialUp abbiamo avuto modo di scambiare due parole con Chiara Carcano, uno dei personaggi femminili di spicco della nuova generazione televisiva italiana e non solo, una giovane influencer che potremmo definire “mosca bianca” nel panorama social contemporaneo, capace attraverso l’uso dei media di rapportarsi in maniera sana, divertente e mai banale con chi la segue. Lifestyle, benessere fisico, lavoro, i profili di Chiara sono lo specchio della sua vita senza ostentazione, senza arroganza ne tantomeno falsa apparenza.

Chiara-CarcanoQuello che è subito visibile all’occhio è una piena trasparenza della vita reale di Chiara che si racconta e si mette in luce a 360 gradi, creando così un legame vero con il proprio pubblico che, grazie alla possibilità di interagire direttamente con lei, non è più semplice spettatore ma diventa vero e proprio protagonista.

La giovane età, una cura per il corpo metodica, chioma riccia e un sorriso contagioso fanno di lei una ragazza determinata che sta cercando di ritagliarsi un posto in questo mondo, pronta a mettere in luce la propria vita.
Chiara ha molto da raccontare, anche perché da oggi 19 Ottobre la vedremo sul web come presentatrice di Chef Save the Food, un programma di natura sociale contro gli sprechi alimentari durante il quale 10 chef dovranno creare dei piatti con i soli ingredienti avanzati dalle famiglie comasche.
Ecco come è andata la chiacchierata.

Per te i social sono molto importanti. Che valore attribuisci a questo nuovo mezzo di comunicazione e qual è il rapporto con le persone che ti seguono?

Ormai i social network sono la lingua degli anni 2000, è l’unica forma di comunicazione che tutti comprendono e davvero non ha confini. Tutti ti capiscono e tu puoi comunicare con il mondo intero.
Io mi definisco una “sociopatica” (nel senso “social” del termine!). Vivo con il telefono in mano 24 ore su 24, amo condividere qualsiasi cosa della mia vita, mi piace farlo ma senza ostentazione, mi piace per il puro divertimento di condividere la mia vita con foto, video e pensieri.

Adoro dare un senso a tutto quello che faccio e ogni foto deve portare la mia firma con la mia ironia e il mio modo di fare. Tutto quello che si vede è reale: amicizie, esperienze pensieri , stupidate, prodotti..
I social, fanno parte del mio lavoro quotidiano, ma non voglio che la vita online sia diversa dalla mia vita reale, preferisco non accettare alcuni lavori/collaborazioni se non sono in linea alla mia persona o al mio modo di vivere. Esatto perché “chiaracarcano” come si evince dal mio profilo Instagram è un “personaggio inventato” perché è un avatar che la gente vede e sente attraverso delle immagini web ma “si basa su una storia vera”.. la MIA!

Amo la gente e l’affetto delle persone e i social mi hanno dato la possibilità di ampliare le mie conoscenze. Cerco di rispondere a tutti e nel più breve tempo possibile.. non è facile anche perché più passa il tempo più le persone (fortunatamente) interessate sono tante ed è difficile rispondere a tutti..
quindi alcune volte quando vedo che le domande sono sempre quelle scrivo dei post in modo tale da dare una risposta a tutti.

La tua indole è molto energica, appassionata, solare. Molti ti chiedono qual è il segreto, tu come gli rispondi?

Lo so.. non c’è giorno che non mi si vede con un sorriso.. in tanti si chiederanno se faccio uso di stupefacenti.. ma la risposta è sempre quella..NO!.. non bevo, non fumo e non mi drogo.. la mia unica droga è la vita. Amo la vita, penso che sia il dono di Dio più bello che potesse farci.
È come imposti la tua vita che cambia l’umore delle giornate.. basta non uscire mai di casa senza il sorriso.. questi 6000 denti spesso cambiano la giornata a te e a chi ti sta attorno.. sono davvero poche le cose per cui dobbiamo essere tristi, io ho avuto la sfortuna di passarle ma non sarò ne la prima né l’ultima.. la vita è una sola e niente e nessuno ha il diritto di toglierci la felicità.

Se una giornata comincia male io consiglio sempre di fare qualcosa affinché qualcosa di bello e positivo della giornata arrivi.. uscire con le amiche, mangiarsi un dolce, andare a vedere un film, farsi una bella corsetta.. la felicità è data anche dalle piccole cose, non è accontentarsi è non dare per scontato nulla ma anzi apprezzarlo!

Chiara-CarcanoEssendo la realtà social spesso e volentieri un po’ fittizia, molti prevenuti si chiedono come sarà Chiara Carcano negli ambienti domestici e fuori dai social media, tu come ti definisci?

Come dicevo sul mio profilo è rappresenta al 100% Chiara e la sua vita. lo sono esattamente quella che vedete sui social: Chiara, limpida, ironica, impacciata, felice, entusiasta.. sono così né più ne meno.. ecco forse grazie a “facetune” su alcune foto mi tolgo qualche brufoletto che spunta causa la mia passione più
grande (i dolci) ma sono sempre io.. ahhaha
Tutto quello che vedete attraverso foto e video è la verità, “carcanate” (come mia mamma identifica tutte le cose che combino) annesse.. è la mia vita postata a 360 gradi sui social come se fosse un reality.
E uno dei commenti che più apprezzo della gente che mi segue è che, quando ho la possibilità di incontrarli di persona, mi ribadiscono quanto questo mio lato reale del mio profilo traspare e si percepisca anche dietro a un piccolo schermo.

Qual è il motto della tua vita?

YOLO (You Only Live Once). Si vive una volta sola. Penso non ci sia parola o espressione in cui maggiormente mi ci rivedo. Vivo la vita a 300 all’ora, cerco di godermi ogni istante, attimo, secondo della giornata, non butto mai via il tempo con cosa che non ho voglia di fare.
Non ho rimpianti, faccio tutto quello che desidero fare.. ho la possibilità di farlo e non voglio sprecarla.
Mi definisco “la ragazza più fortunata del mondo”, anni fa ho rischiato di perdere la persona più importante della mia, mio fratello Luca, a causa di un brutto incidente. Luca sta bene, ci ha fatto morire, ma fortunatamente è ancora qui.. per chi non lo sapesse, Luca è come se fossi io, farei di tutto per lui.. ho vissuto dei giorni terribili (che non auguro nemmeno al mio peggior nemico) e quando affronti una cosa del genere capisci l’importanza di certi momenti. Non sappiamo mai cosa può succedere domani.. la vita è una, non dobbiamo sprecarla, non dobbiamo rimandare le cose a domani perché la vita può cambiare da un momento all’altro: dite e fate tutto quello che potete. Dalle cose più frivole alle cose più serie. Amate una persona? Volete una persona? Diteglielo. Avete un sogno? Cercate di realizzarlo.
Non nascondetevi dietro a nulla, siamo noi i protagonisti della nostra vita.
Ecco, non voglio fare la donna vissuta dall’alto dei mie 25 anni (hahaa) fornendo pillole di vita.. ma vorrei tanto che passasse questo messaggio.. certe cose non tornano più e questo è l’unico istante che hai.
Meglio un rimorso che un rimpianto.

Ciò che traspare dai tuoi profili, dalla tua persona è una serenità mentale capace di motivare chi ti segue; insieme a questo benessere psicologico vi è una grande cura del corpo, come ti alleni? Raccontaci il tuo workout settimanale.

Hai perfettamente ragione, se una persona sta bene con sé stessa riesce a rendere felici le persone che ha attorno e forse questo equilibrio che mi sono costruita è la chiave della mia serenità.
Questa energia positiva che riesco a trasmettere ai miei amici, sono felice di poterla dare anche via web.
Una delle cose di cui vado maggiormente fiera sono i miei valori puliti e sani che i miei genitori mi hanno trasmesso e mi piace quando questi vengono pure seguiti da persone che al momento non sono riuscita
ancora a conoscere.

Anche dal punto di vista sportivo, adoro quando le ragazze mi ringraziano per i miei video o per le mie IG stories, perché in questi trovano la motivazione per allenarsi. Io sono una sportiva, pratico sport da quando sono nata, sono stata per tanti anni capitano di una squadra di pallavolo e quando a seguito di un infortunio ho dovuto smettere ho incominciato ad andare in palestra.
Passare da uno sport di squadra a uno individuale non è stato facile, ma poi ho imparato anche ad apprezzare questi momenti di attività fisica che riesci a ritagliare solo per te.

Corro un giorno si e uno no 5 km (senza esagerare), quando non corro cerco comunque di muovermi: evito il più possibile la macchina, preferisco le scale all’ascensore oppure concludo la giornata con qualche esercizio a corpo libero. Lo sport mi fa stare bene, e per me non è un sacrificio anzi! Lo sport mi
ha dato tanto, mi ha fatto crescere e c’è stato nei momenti più difficili della mia vita, quindi ho potuto sempre giovarne.

Importante da accostare al training vero e proprio anche la routine alimentare. Puoi raccontarci la tua dieta?

Io dico sempre a chi me lo chiede che non sono né una nutrizionista né una PT ma non sono nemmeno un’ipocrita.. il magico mondo dove “mangi e non ingrassi” dopo i 20 anni scompare hahaha quindi mangio tanto lo ammetto, però mangio sano.. frutta, verdura, pesce, pasta e riso integrale, cereali.. la mia dieta è varia ma salutare. In più mia mamma fin da piccola mi ha sempre abituata a mangiare bene, a parte l’estetica, ho avuto casi di tumori in famiglia.. e so quanto sia importante un’alimentazione sana.
Quindi la mia “dieta” sta nel mangiare sano.. le solite cose che si sentono dai salutisti.. anche se il mio peccato più grande sono i dolci.. posso rinunciare a qualsiasi cosa.. ma non a un pezzo di torta! Ahhha

Chiara-Carcano-Niccolò-Torielli

Recente è stata la tua partecipazione al fianco di Niccolò Torielli come conduttrice del backstage del Wind Summer Festival? Raccontaci la tua esperienza e qualche aneddoto.

È stata un’esperienza.. sensazionale! Ancora stento a crederci che i social e la mia personalità mi hanno dato la possibilità di farmi conoscere e arrivare fino a lì.
La musica è il sottofondo della mia vita.. ho sempre gli auricolari nelle orecchie quindi è stato un lavoro ma anche un piacere. Niccolò è stato un ottimo compagno, ho una grande stima nei suoi confronti, è da 10 anni che lavora in televisione e, per essere la mia prima vera esperienza, mi ha dato una grande mano! Ci siamo divertiti e abbiamo fatto divertire.

Ho avuto la possibilità di intervistare quasi tutti i cantanti che si sono esibiti durante il festival.. andando a scoprire in chiave ironica alcuni loro limiti (tema del festival).
Ho scoperto che la categoria “cantanti” è timida, ho riscontrato che la maggioranza ha questo blocco e che ci lavora ogni giorno, anche se da quello che ho potuto vedere durante le loro esibizioni…. questo limite viene brillantemente superato dal talento!

Incredibile pensare quanto le personalità possono trasformarsi davanti al calore del pubblico.

Ogni giorno alle 12.15 va in onda su Italia1 il programma Unlimited Summer, dove al fianco di Torielli incontrate persone comuni affinchè possano superare i loro limiti. Cosa ti ha spinto a prendere parte a questo progetto e qual è il tuo limite?

È un piccolo programma trasmesso sotto forma di pillole dove casualmente io e Niccolò ci divertiamo a fermare la gente per Roma e la sproniamo a superare i loro limiti, blocchi, piccole paure,..
Quando mi hanno scelta per condurre questo format ho pensato che era stato scritto per me.. adoro tirare in mezzo la persone e allo stesso tempo mi piace “aiutarle” per quanto mi è possibile. Spesso i blocchi che abbiamo sono solo mentali, ma con l’aiuto di qualcuno si possono tranquillamente superare!
Abbiamo parlato di limiti.. ma sinceramente ogni volta che intervistavamo le persone, per tutta la durata del format mi sono chiesta quale fosse il mio limite. Sinceramente non ho paure o fobie particolari, penso però di avere il grosso limite di non fermarmi mai, ho sempre bisogno di fare qualcosa, non riesco ad accontentarmi, non sono mai pienamente soddisfatta.. e penso sempre che si possa fare meglio o che ci sia sempre qualcosa da fare.

Per quanto riesca a godermi appieno ogni singolo istante della mia vita.. sono sempre proiettata al futuro, vado sempre oltre con la testa e forse questo a volte è un limite.. perché vivi costantemente con l’ansia!

Chiara-CarcanoGuardando il tuo curriculum uno nota con sincera ammirazione la tua palese passione per il viaggio e per ciò che riguarda il conoscere nuovi posti. Quanto questo tuo background ti aiuta e ti ha aiutato nell’intraprendere questa tua strada verso lo spettacolo e la televisione?

Sono la “ragazza con la valigia”, sempre pronta a partire.. ho avuto la fortuna di viaggiare tanto per lavoro e per svago.. questo mi ha dato la possibilità sia di avere una mente molto più aperta rispetto a tanti ragazzi della mia stessa età e cosa non da poco ho avuto la possibilità di imparare nuove lingue, nuove culture e a relazionarmi con tutti..

Sicuramente le esperienze che ho fatto all’estero hanno contribuito a formare la persona che sono oggi, più di tutti il viaggio nella grande mela, dove sono andata a studiare giornalismo alla New York Film Academy.. gli americani (e lo dico con grande spirito patriota) hanno una marcia in più, torni a casa con una voglia di fare e di metterti in gioco incredibile! Penso che questa bella energia ha contribuito a darmi la spinta per buttarmi in questo mondo!

Ricordiamo con piacere il programma che, forse possiamo dirlo, ti ha lanciato ovvero Donnavventura. Che ricordo hai di questa esperienza?

È un’esperienza davvero tosta, non è per tutti, non è né un viaggio né un lavoro.. è un’esperienza che ti mette alla prova. Stai tanti giorni lontano da casa, senza contatti con nessuno, a fare qcose che non hai mai fatto e soprattutto con persone che non consoci. Impari a conoscerti e a farti conoscere, ad apprezzare i tuoi pregi e a convivere con i tuoi difetti. È stata una grande esperienza formativa, basilare per il mio futuro, mi ha fatto capire l’importanza di avere una famiglia e delle persone che ti vogliono bene.