Crediti: Firenze Post

“Arrestate Conte, arrestate Di Maio! Siamo l’unico Paese Europeo in stato di emergenza”

C’è anche chi di speranza ne fa uno stemma ai tempi del covid, normalmente critico e sbandieratore di verità sommerse, il buon Vittorio Sgarbi di certo non le manda a dire e spara a raffica contro il governo del premier Giuseppe Conte del quale invoca l’arresto (ma non lesina critiche amare per Di Maio e il resto della compagnia cantante). Oggetto della discordia è ovviamente l’ultimo Dpcm: “Siamo l’unico Paese europeo in stato di emergenza. In questi mesi tragici per tutti non mi sono mai sentito così tanto deputato. Ho rappresentato un riferimento per quelli che non hanno scelto la paura e la minaccia e uno Stato che ti dice cosa devi fare. Raccontano balle perché vogliono trattarci come deficienti. Ho dato parole di speranza e non di angoscia. La curva dei morti è azzerata, e ora si occupano di contagiati: se fai un tampone al minuto è ovvio che li trovi” dice Sgarbi, e cita le tesi di Zangrillo, Tarro, Gismondo e Bassetti, scienziati da lui sempre stimati e coinvolti in iniziative sulla pandemia. “abbiamo avuto il coraggio di dire che non siamo circondati della morte, ma c’è la vita. Quello che loro chiamano vaccino. Le mascherine sono un affare colossale: 40 milioni di mascherine al giorno significa che dietro c’è un’impresa consumistica. Trump non è morto, dal covid si guarisce in 4 giorni quindi non è grave come il cancro o il diabete. L’Italia ignora cure che funzionano altrove” e Sgarbi cita l’Albania e la Svezia. “Non è una fake news, io ho vinto contro Burioni che mi ha fatto un esposto contro. Arrestate Conte, arrestate Di Maio!”.



Alessandra Filippello