René Magritte: un tuffo nei sogni

In #artecultura, ARTE, social up by redazioneLeave a Comment

Figure statiche ma che allo stesso tempo smuovono gli animi, soggetti che ricordano la vulnerabilità di  un sogno e semplici frasi che però contengono tutto un mondo. Ecco il quadro generale che va a creare uno dei più famosi artisti del Novecento, ovvero René Magritte. Egli, dapprima avvicinatosi al futurismo e al cubismo, divenne poi uno dei maggiori esponenti del Surrealismo, ”la corrente del sogno”, che sviscera l’onirico riportandocelo alla realtà, ma che  allo stesso tempo mantiene quel gusto e quell’aura di mistero che è sempre presente nel mondo dei sogni. Magritte si rivela un’artista particolare che, spostando di senso i più comuni oggetti, li riporta ad una realtà altra, mostrandoceli nelle loro forme meno banali possibili e invitandoci a guardare sempre con un diverso appiglio le varie situazioni. Come non ricordare una delle sue maggiori opere, ”La Trahison des images” (”ceci n’est pas une pipe”) ? Geniale è l’approccio all’idea che l’artista, con grande abilità, ci riporta: ”questa non è una pipa, ma è solo la sua rappresentazione” . In questo modo, seguendo la logica di questo meccanismo particolare, ogni cosa può essere messa in discussione, ogni aspetto della vita può essere scardinato e guardato sotto una nuova luce.

Risultato immagine per le trahison des images

Cos’è la realtà? Cosa è la fantasia? E, in ultimo, qual’ è il presupposto che fa sì che l’una non possa contaminare l’altra, e viceversa?  Ecco come Magritte non si limita solo a cercare risposte attraverso la sua pittura, ma scava dentro sé stesso, nella sua profondità, nella quale, in realtà, partecipa anche l’immaginario del sogno che accomuna tutti gli uomini, ovvero quegli archetipi di un mondo in continua evoluzione. Magritte si rende, attraverso le sue meravigliose opere, il veicolo che trasforma la realtà in un affascinante mistero. Restare per ore ad immaginare dove volino gli uomini dipinti in ”Golconda”, interrogarsi sul significato della mela sul volto dipinto di ”Il figlio dell’uomo”, o ancora sognare come possano rivelarsi in realtà i volti incappucciati dei due innamorati in ”Les Amants”; risulta fascinosamente sublime.

Risultato immagine per les amantes

Una realtà simile ad una nuvola passeggiera in un cielo roeseo d’autunno: ecco come si potrebbe, visivamente descrivere questo straordinario pittore. Perché, come egli stesso disse: ”La realtà non è mai come la si vede: la verità è soprattutto immaginazione.” E così sia.

Risultato immagine per rene magritte