Let’s Rock! Pronti a ballare con il nuovo album dei The Black Keys

Dopo cinque anni di inattività i The Black Keys ritornano con un nuovo album: il 28 giugno 2019, infatti, è uscito Let’s Rock!, il loro nono lavoro.

Ma andiamo con ordine. Chi sono i The Black Keys?

The Black Keys è un duo musicale proveniente dall’Ohio formato da Daniel Auerbach (voce e chitarra) e Patrick Carney (batteria). Il genere in cui identificare questi due musicisti non è semplice da definire: le loro canzoni spaziano dal rock al punk, con una notevole influenza blues che accompagna i loro brani. Nato nel 2001, il gruppo ha pubblicato l’anno seguente il primo album: The big come up.

La loro produzione artistica dal 2002 al 2014 è sempre stata costante. Dopo, il nulla. Fino a quando, nel 2019, annunciano il loro nuovo album, il già citato Let’s Rock!. Durante questo lustro in cui sembravano essere scomparsi dalle scene, tuttavia, dobbiamo segnalare alcuni lavori solisti dei due componenti, come Waiting on a song del 2017 di Auerbach.
Questo nuovo album è emblematico già dal titolo, che dà l’idea di una grande energia, un’elettricità quasi che dovrà caratterizzare necessariamente il loro ritorno sulle scene. Anche la copertina, in questo senso, si pone sulla stessa lunghezza d’onda:

Da www.rockol.it

Cosa c’è di più elettrico di una sedia elettrica? Questo disco, ovviamente. Ci piace pensare che loro abbiano concepito così l’album (chissà che magari sia vero, non ci è dato saperlo). La sedia, tra l’altro, compare nel video di Fire walk with me esattamente al centro della telecamera ed illuminata da moltissime luci.
La scelta della sedia elettrica è indubbiamente forte e potrebbe risultare di cattivo gusto. Ma perché allora? Il riferimento è all’esecuzione – tramite sedia elettrica, appunto – di Edmund Zagorsky che, in punto di morte, avrebbe pronunciato proprio le parole “Let’s Rock”.

Ad anticipare l’uscita del disco i singoli Lo/Hi, Eagle Birds e Go. Quest’ultimo è forse quello maggiormente degno di nota, soprattutto grazie al suo lungo video (la canzone inizia dopo quasi 90 secondi) ai limiti del psichedelico: i due musicisti vengono mandati in una comunità di ritiro spirituale frequentata sostanzialmente da figli dei fiori, che finiranno a ballare sulle note della canzone.

Leitmotiv di tutti i brani è sicuramente l’inconfondibile riff di chitarra di Auerbach che, sicuramente, è quello che i fan si aspettavano dopo l’enorme successo di El camino e Turn Blue. Fan service? Forse, ma è così una cosa negativa dare ai fan quello che vogliono? No, dai. Di certo non sono i primi che lo fanno e non saranno nemmeno gli ultimi.

Si può dire insomma che i The Black Keys sono ufficialmente tornati, e sono pronti a farci ballare ancora.



Marco Nuzzo