Chef televisivi: il fenomeno del momento (parte 2)

In CUCINA, social up by Umberto PalazzoLeave a Comment

Concludiamo la nostra rubrica sul fenomeno del momento, gli chef in TV.
Nella prima parte abbiamo parlato degli chef Gordon Ramsay, Jamie Oliver ed Anthony Bourdain. Oggi vogliamo dedicare quest’articolo agli chef nostrani, che secondo noi rappresentano al meglio il fenomeno degli “chef televisivi“.


Bruno Barbieri nasce a Bologna e la sua esperienza nel mondo della ristorazione inizia a bordo di navi da crociera. Al rientro in Italia, dopo alcune esperienze in piccoli locali giunge alla “Locanda Solarola” di Castelguelfo (BO) che, grazie alla sua presenza, raggiunge l’ambito traguardo delle 2 stelle Michelin per due anni consecutivi. Si tratta di uno degli chef più rinomati in Italia e all’estero, ed ha ottenuto ben 7 stelle Michelin. Personalmente ho avuto la fortuna di conoscerlo e di cucinare seguendo i suoi consigli, e posso dire che si tratta di una persona amorevole e professionale e queste sue caratteristiche le possiamo trovare nei programmi TV in cui appare. Lo chef Barbieri Approda in TV grazie alle trasmissioni su Gambero Rosso Channel, come “Over 30”. Dal 2011 è uno dei giudici del programma culinario “MasterChef Italia” (in onda su Sky Uno), insieme a Joe Bastianich, Carlo Cracco e dal 2015 con Antonino Cannavacciuolo. Dal 2013 fa parte della giuria di Junior MasterChef Italia.


Carlo Cracco è uno degli chef più famosi a livello internazionale. Da quando è divenuto collaboratore (2001) del ristorante Cracco-Peck (di cui poi diverrà unico proprietario nel 2007), il ristorante ha ottenuto 2 stelle Michelin, 18,5/20 per l’ Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso.
E ciò non deve sorprendere se pensiamo che come mentori ha avuto “mostri sacri” della  cucina come Gualtiero Marchesi, Alain Ducasse e Lucas Carton.
Conosciuto, tele-visivamente, per essere uno degli chef più severi e caratterizzato dal suo celebre sguardo glaciale e dal suo accento nordico, dal 2011 è uno dei giudici di “Masterchef Italia” mentre dal 2014, sempre per SKY, è diventato il giudice del nuovo  talent show “Hell’s Kitchen Italia”. È stato inoltre ospite nel programma “I menù di Benedetta” di Benedetta Parodi ed insieme hanno preparato un tuorlo d’uovo fritto con spinaci.


Lo chef Borghese è uno dei personaggi TV più amati del momento grazie al suo stile coinvolgente, divertente ma sempre professionale, nonché considerato, insieme a Carlo Cracco, come un sex symbol della cucina.
Come per lo chef Barbieri, anche per Alessandro Borghese le prime esperienze nel mondo della cucina iniziano a bordo di navi da crociera, che lo portano poi a San Francisco, New York, Londra, Parigi, Copenaghen, Roma e Milano, dove ha sede “AB Normal”, la sua società di Catering e Food Consulting.

La sua carriera televisiva inizia molto presto, nel 2004, quando diviene conduttore, sull’allora nascente piattaforma digitale Sky, di  “Cortesie per gli ospiti. Successivamente conduce altri programmi come “Chef a domicilio e “Cuoco gentiluomo“. Per poco tempo ha svolto il ruolo di critico gastronomico nel programma “Chef per un giorno” con Fiammetta Fadda e Leonardo Romanelli.

Acquisisce sempre più notorietà con i programmi “Cucina con Ale” e “Ale contro tutti. Nel 2014 porta la sua simpatia e il suo stile rock and roll nel programma “Junior MasterChef Italia” dove è giudice con Lidia Bastianich e Bruno Barbieri. L’ultimo programma in ordine di tempo è 4 Ristoranti, una gara in cui “Quattro ristoratori di una stessa area geografica competono in un’appassionante sfida al fine di dimostrare la superiorità della propria attività.

Vogliamo chiudere con uno degli Chef che ha fatto la storia della cucina italiana e che è stato uno dei precursori del fenomeno “chef televisivi“.
Gianfranco Vissani ha mosso i primi passi nel ristorante di famiglia Casa Vissani, che oggi gestisce. Dopo il diploma ha lavorato in molti ristoranti italiani e alberghi come l’Excelsior di Venezia, il Miramonti Majestic di Cortina d’Ampezzo, il Grand Hotel di Firenze e Zì Teresa di Napoli. Nel 2015 inoltre è stato insignito della terza stella Michelin. È promotore di una cucina di alta qualità, basata su ingredienti genuini e su piatti della tradizione italiana ma interpretati col tocco magico che solo lo chef Vissani sa dare. Per la sua ampia presenza nei programmi TV è stato denominato dal Corriere della Sera lo “chef più mediatico d’Italia”. In televisione ha raggiunto la notorietà televisiva negli anni ’90 per la sue frequenti partecipazioni a svariate trasmissioni della RAI fra cui Uno Mattina, Linea verde e Domenica In per cui ha curato lo spazio culinario. Inoltre ha partecipato a molte puntata de “La Prova del Cuoco“. Nel 2012 ha condotto “Ti ci porto io” con Michela Rocco in onda  su LA7. Nel 2016 è stato infine ospite del cooking show di Sky Uno, MasterChef 5, in cui l’affumicato nel piatto del concorrente Maradona divide i pareri della giuria.