Umidificatori ed oli essenziali: come combattere i malanni naturalmente

Questo sarà certamente un anno che non dimenticheremo facilmente ma l’inverno atipico che stiamo vivendo non ci deve far dimenticare che i comuni malanni di stagione sono comunque dietro l’angolo. I temibili sbalzi termici fra interno ed esterno non ci danno tregua, le temperature stesse inoltre non sono certe e cambiano sensibilmente in pochi giorni. Come possiamo correre ai ripari? La soluzione più giusta sembrerebbe trovare degli umidificatori ad oli essenziali che riescano a bilanciare naturalmente il nostro ambiente quotidiano. Rendendo l’aria di casa un po’ più umida potremmo evitare di raffreddarci e l’ambiente sarà profumatissimo!

Quale scegliere?

L’umidificatore più comune in commercio è “a freddo”, umidifica in modo naturale ed è piuttosto economico. Attenzione però! Con questo aggeggino non si possono usare fragranze ed è importante che lo scegliate con dei bastoncini antibatterici per eliminare le impurità trattenute.

Come immaginiamo sarete sicuramente più attratti dagli umidificatori con oli essenziali, che sono poi alla fine quelli che trovate nelle SPA. In questo caso si dice che sono “a caldo” perché funzionano grazie all’ebolizione dell’acqua. Continua a leggere per scoprire qual è l’essenza più adatta alle tue esigenze!

Naturalmente quest’ultimi umidificatori sono i più comuni, ma anche i più datati per così dire. La tecnologia però non smette di avanzare nemmeno in questo campo tant’è vero che potete trovare anche dei macchinari ad ultrasuoni. Sicuramente sono super silenziosi ma un effetto collaterale c’è: abbassa leggermente la temperatura della stanza. Le novità tecnologiche però ci continuano a stupire regalandoci un umidificatore a raggi ultravioletti sia in versione a caldo che a freddo. La volete sapere la loro caratteristica straordinaria? Distrugge i microbi! Perfetto per questo periodo.

Quali oli essenziali scelgo?

Tutti noi abbiamo una memoria olfattiva che influisce sulle nostre emozioni e sul nostro fisico, tant’è vero che spesso quando sentiamo un profumo riusciamo a ricordarci di una persona, di un luogo o altro.

In questo caso quindi possiamo dunque unire l’utilità degli umidificatori alle proprietà battericide, balsamiche ma anche emozionali degli oli essenziali. In questo articolo tratteremo però solo delle fragranze utili al nostro scopo: prevenire i malanni di stagione e le influenze.

OLIO ESSENZIALE TEA TREE

Quest’olio ha proprietà antisettiche e antibatteriche tant’è vero che viene usato per le infezioni delle vie respiratorie. I suoi vapori aiutano infatti una buona respirazione e a sciogliere muco e catarro.

OLIO ESSENZIALE DI MIRTO

Questa fragranze come la precedente ha un’azione balsamica, antibatterica e dermopurificante tant’è vero che viene spesso utilizzato come rimedio per l’acne. Ha gli stessi effetti del tea tree oil sulle vie respiratorie, ma non usatelo se non amate i profumi troppo intensi.

OLIO DI EUCALIPTO

In realtà questa scelta è piuttosto scontata. Quante volte avrete sentito dire che respirare i fumi dell’eucalipto aiuta a guarire il raffreddore?

OLIO DI MENTA

L’olio di menta è una fragranza che unisce proprietà antibatteriche a proprietà digestive e antitstress.  Risulta particolarmente utile nelle malattie da raffreddamento e influenze, e pare che nella storia sia stato utilizzato per curare la tubercolosi e il tifo. É abbastanza potente?



Rebecca Bertolasi