Troppo buono per mangiarlo: 5 trucchi per fotografare il cibo

Il concetto di bellezza è il focus di questo secolo: cambiano i canoni, i gusti, le mode ma il fascino estetico risulta sempre la massima ambizione. Facciamo di tutto per raggiungere la perfezione, almeno di quella fotografica: Photoshop, filtri di Instagram ma anche olio motore, cartone, purè di patate, lucido di scarpe… di che parlo? Di cibo, naturalmente.

La bellezza sui Social Network è rappresentata da due elementi fotogenici in maniera così naturale da diventare i leader dei post in rete: gli animali domestici e il food. Il protagonista di questo articolo è il secondo.  Cheeseburger succulenti, coloratissimi Macarons, elegantissime Red Velvet, cupcake da capogiro, accattivanti noodles, croccanti chips… Eh si: questo è food porn. Niente di strano, il food porn non è altro che l’invenzione americana dell’approccio erotico e sensuale al cibo, un vero e proprio lavoro di food stylist che coinvolge diverse figure professionali e tantissime competenze riguardanti le tecniche di cottura e conservazione del cibo.

Moltissime volte sarà vi capitato di fotografare il piatto preferito, quello che la mamma cucina da anni con lo stesso inconfondibile profumo e gusto ma con evidente poco fascino fotografico. Un po’ come mettere in posa se stessi appena suonata la sveglia oppure ritrarre se stessi tirati a lucido per la serata in centro. Il concetto è lo stesso: c’è il trucco.

Vi sveleremo, dunque, alcuni dei segreti che rendono il cibo così appetitoso nelle pubblicità.

Purè di Patate

mashed potatoes

Perfette palline di gelato colorato adagiato su una ciotola nella quale non si sciolgono mai. Perché non è gelato: il purè di patate ha una consistenza che lo ricorda molto ma è più resistente alle temperature e alle lunghe tempistiche dei set fotografici.

Lucido di scarpe 

Succulenti hamburger avvolti da un pane croccante? Cottura appena accennata e del lucente lucido per scarpe spennellato sulla superficie è proprio ciò che lo rende così invitante. Vengono inoltre utilizzati colla e gancetti per posizionare al meglio gli altri ingredienti. Insomma gli hamburger che vedete in tv non potrebbero essere commestibili. Qui un video in cui Mc Donalds spiega il perché della differenza tra la pubblicità e la realtà delle loro creazioni

Cartone e Cotone

Alle volte la parte più gustosa è il ripieno; ma non nel caso nelle pubblicità nelle quali per far apparire il cibo per ricolmo, oppure con una farcitura molto abbondante viene semplicemente riempito di cartone o cotone per poi mascherarne solo l’esterno. Come aprire l’uovo di Pasqua gigante ad 8 anni e trovarci dentro un inutile portachiavi.

Olio motore 

Il miele e quel suo caratteristico colore dorato, che luciderebbe qualsiasi superficie commestibile; peccato che venga assorbito troppo in fretta e debba quindi essere sostituito con dell’olio motore.

Compresse effervescenti 

La bontà di una bibita gassata è quando viene appena versata, quei pochi attimi in cui le bollicine solleticano il palato. Per far durare l’effetto più a lungo vengono usate delle semplici compresse effervescenti.

Insomma che tu sia una top model o un’aspirante parmigiana da food blog due saranno la cose che vi accomuneranno: sarete fotogeniche ma ripiene di effimere illusioni ottiche e… anche la parmigiana ha la cellulite!

Questo articolo è scritto da una persona non top model ma amante della parmigiana. (?)



Aurora Erbì