Smaltiamo la “spazzatura” che mangiamo?

In #Focus, #healty, CUCINA by Alessia CavallaroLeave a Comment

Siamo abituati a mangiare tutto e di più senza renderci conto effettivamente di quanto e cosa realmente assimiliamo. Siamo abituati a fare cento cose al giorno, ma un’oretta per fare palestra o cucinarci un pasto più sano diventa sempre più difficile. Quello che mangiamo viene additato spesso e volentieri come spazzatura, che ne dite allora di dare un’occhiata a quello che abbiamo scoperto?

Sicuramente questo articolo non sarà per deboli di cuore, ma visto che è sempre preferibile informare piuttosto che disinformare, ecco quì una carrellata di immagini che riassumono quanto effettivamente ci vuole a smaltire quello che ingurgitiamo.

Vi siete seduti nel frattempo? Spero per voi di si!

Pronti a conoscere la verità? Si parte!

Ebbene si, ci vogliono bel più di 4 km, preferibilmente fatti di corsa, per smaltire questo succulento panino! Faremmo prima a mangiarlo mentre stiamo correndo per essere sicuri che non rimarrà niente sulle nostre cosce! Purtroppo la vita è dura e noi dobbiamo esserlo di più! Non lasciamoci ingannare da quella succulenta carne cotta al punto giusto, dal formaggio fuso e filante o dal pane caldo abbrustolito! Dite NO! (magari qualche volta dite anche di si, tanto chi può scoprirvi?)

Chi non conosce queste famosissime patatine? Ebbene ci vogliono quasi 6 km di camminata per riuscire a compensare tutte le loro chilo-calorie! Quindi magari, la prossima volta che entrate in qualsiasi fast-food, richiedete la porzione di frutta in omaggio! sarà sicuramente meno gustosa, ma il vostro fegato ringrazierà sentitamente!

Ecco, questa credo sia una delle cene preferite per i fuori sede universitari o per chi finisce tardi dal lavoro. Un pasto “completo” in poco più di una mano! Ma quanto ci vorrà per smaltirlo? Quasi 12 km! Meglio forse farsi un’insalata rientrati a casa?

Oh, la bevanda preferita in assoluto da chi sa fregarsene delle calorie e sa dire di si ai piaceri della vita! Ma che ne dite di pensarci due volte prima di ordinarla al bar o comprarla al supermercato?? Ci vuole più di un km e mezzo per riuscire a convincerci che quella sarà l’ultima che berremo!

Le patatine. Le patatine aromatizzate a qualsiasi gusto. Pure aromatizzate ai peli di gatto risulterebbero mangiabili. Perché?! Perché sono patatine ovviamente! La prossima volta però che insieme agli amici guardate una partita o vi ingozzate sparlando con la migliore amica del ragazzo che vi ha appena mollate, pensate al fatto che i calciatori corrono così proprio perché le patatine se le sognano, e che proprio perché la vostra amica non le sta mangiando, magari ora sta proprio con il vostro ex!

Bionda, fresca, invitante e rigenerante: cosa volere di più? Magari che non ci vogliano così tanti chilometri per far finta che non si sia minimamente fermata sulle nostre maniglie dell’amore? Poi potete pure infischiarvene altamente. A vostro rischio e pericolo però: purtroppo crea dipendenza!

Questi sono sono esempi di quello che è comunemente possibile trovare dentro ai supermercati o ai fast-food. Esempi si, banali no, visto che la maggior parte della popolazione del mondo è abituata ad assimilare giornalmente questa tipologia di cibi o bevande. E’ giusto che tutti voi sappiate esattamente quanti km ci vogliono per riuscire a smaltire quello che è facilmente mangiabile in meno di mezz’ora: la consapevolezza prima di tutto, sempre! A meno che voi non abbiate trucchi o pozioni magiche per ingurgitare tutto queste bontà e non mettere un grammo di grasso nel corpo!

E se l’aveste, condividete questa conoscenza mistica con noi, vi prego!