Scadenza io non ti temo! 10 cibi che non scadono mai, o quasi

Un’elemento importante che viene subito preso di mira dal compratore al supermercato è la data di scadenza del prodotto! questa è fondamentale per ragioni di salute ed è riportata per legge(qua un ottimo approfondimento) su tutti i cibi in vendita, però, oltre ad essere per certi aspetti approssimativa, per alcuni alimenti non sarebbe necessaria. Esistono infatti alcuni cibi in cui, nel tempo, le loro caratteristiche igieniche e organolettiche non vengono alterate, e per tanto possono essere consumati dopo anni o in alcuni casi decenni!

Conoscerli è importante, soprattutto in un mondo in cui lo spreco alimentare la fa da padrone. Oggi noi di SocialUp vogliamo mostrarvi nello specifico 10 di essi!

Sale: Dato che il cloruro di sodio è un minerale che viene prelevato dalla Terra, la sua durata non stupisce.  Per secoli è anche stato usato come strumento di conservazione degli alimenti in quanto rimuove l’umidità. Il consiglio salutistico che vogliamo darvi è di scegliere sale marino integrale, non sbiancato e senza l’aggiunta di anti agglomeranti.

Zucchero: Sia che si tratti di zucchero bianco(quindi raffinato) o di canna, lo zucchero non conosce scadenza, perché i batteri non riescono a nutrirsene e quindi a riprodursi su di esso. Data questa sua caratteristica è da sempre impiegato come conservante per la frutta, come marmellate e frutta sciroppata. L’unico problema è il fatto che nel tempo tende a indurirsi per tanto è consigliato di mantenerlo in un luogo fresco e asciutto.

Miele: Si mantiene per tantissimo tempo conservando il suo ottimo sapore. Gli unici cambiamenti possono essere nel colore, oppure nella cristallizzazione, ma non vi è nessun pericolo per la salute, infatti può, al massimo, perdere un po’ delle proprie sostanze nutritive.



Sciroppo d’acero
: Gli amanti dei pancakes lo conoscono fin troppo bene, ad ogni modo per chi non lo utilizza spesso, il consiglio è di fare delle piccole porzioni, anche nei sacchetti gelo, e conservarlo in congelatore: dura per sempre.

Liquori: tutti i liquori e i distillati ad alta gradazione alcolica non hanno scadenza, anche dopo l’apertura. Questo è dovuto al fatto che essendo un conservante, l’alcol non permette lo sviluppo di batteri. L’unico inconveniente è che con il tempo potranno perdere della gradazione alcolica, e anche il gusto non sarà più lo stesso.

Aceto di vino: non scade, non cambia sapore, e può essere aromatizzato con erbe e spezie per aggiungere gusto ai nostri piatti.

Riso, avena e farro: Durano anni se ben protetti da insetti e polvere, quindi un must è quello di conservarli in un luogo fresco ed asciutto . Inoltre è stato scoperto che il riso bianco mantiene il suo contenuto di nutrienti e il gusto per 30 anni se conservato in contenitori privi di ossigeno e in luoghi freschi e asciutti. Al contrario il riso integrale, invece, a causa dei grassi naturali presenti nel suo strato di crusca dura al massimo 6 mesi. Non per questo però il riso integrale è da scartare dato che ,invece, sarebbe da preferire al riso bianco, raffinato, per il suo apporto di nutrienti di maggiore qualità.

Amido di mais e fecola di patate: Se conservati nel modo corretto hanno una durata indefinita. L’ideale è conservarli in un luogo fresco e asciutto e chiuderli ermeticamente data la tendenza ad  assorbire umidità e odori dalle sostanze vicine.

Legumi in scatola: Si conservano per tantissimo tempo e, soprattutto, non hanno bisogno di particolari accorgimenti per mantenersi nel tempo dal momento che sono già inscatolate.

La carne secca: grazie al processo di essiccazione con cui viene preparata la cd. Beef Jerky potrà essere conservata per diversi anni senza deteriorarsi.



Umberto Palazzo